Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Circolari

Ripristino della progressione economica automatica per classi e scatti di stipendio e dei meccanismi di adeguamento retributivo previsti dall'art. 24 della legge 23 dicembre 1998 n. 448, in favore del personale militare dirigente e di quello ad esso assimilato ai soli fini del trattamento economico.

Nuove disposizioni dell'Inps sul congedo parentale giornaliero e ad ore: quali statali potranno richiederlo e con quale retribuzione.

A seguito della circolare emanata dall'INPS il ministero dell'Interno dirama alcune disposizioni attuative per il personale della Polizia di stato.

Cessazione anticipata dal servizio, a domanda, e collocamento in ausiliaria, per il 2016, degli Ufficiali e dei Marescialli (e gradi corrispondenti) dell’Esercito, della Marina Militare e dell’Aeronautica Militare

Circolare diramata da Persomil per l' erogazione di interventi assistenziali individuali in denaro (sussidi), verso i dipendenti militari in servizio ed in quiescenza ed i loro familiari, ovvero superstiti. 

 Con un parere sullo schema di decreto del Ministro della difesa che definisce le modalità per l'adozione del sistema del doppio certificato di malattia per il personale militare, il Garante privacy ha chiesto di perfezionare in più punti il testo, al fine di renderlo pienamente conforme alla normativa in materia di protezione dei dati personali.

L'Inps ha pubblicato il bando di concorso per assegnare borse di studio ai figli (anche orfani) dei dipendenti e dei pensionati della Pubblica Amministrazione, risorse finalizzate a favorire la frequenza di un anno scolastico all'estero.

 

Il "Programma Itaca" è destinato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, che potranno recarsi presso scuole straniere sia in Europa sia nei Paesi extraeuropei.

Nuovo servizio INPS online per amministrazioni pubbliche, dipendenti di Stato, Sanità ed enti locali o pensionati che vogliono chiedere l’esonero dal riscatto delle rate non ancora versate ai fini TFR-TFS (trattamento di fine rapporto e trattamento di fine servizio). Sul sito dell’istituto nazionale di previdenza sono presenti i nuovi moduli e le istruzioni per le procedure da seguire.

I lavoratori cessati dal servizio per motivi diversi dai limiti di età possono esercitare la facoltà di riscatto/computo di periodi o servizi in costanza di attività lavorativa ovvero entro il termine perentorio di 90 giorni dalla data di risoluzione del rapporto di lavoro.

Con la circolare si fornisce uno strumento riepilogativo delle disposizioni vigenti in materia di pensione ai superstiti, volto a garantire l’uniformità di erogazione delle prestazioni agli aventi diritto, superstiti di pensionati e assicurati delle diverse gestioni dell’Istituto, comprese l’ex IPOST, l’ex INPDAP e l’ex ENPALS. 

Al fine di ottimizzare le fasi del procedimento e contrarre i tempi l'Inps estende la collaborazione  del Dipartimento della Pubblica Sicurezza per acquisire gli atti propedeutici alla concessione dei trattamenti privilegiatimpliata la collaborazione tra Inps e Ministero dell'Interno per la gestione delle pensioni privilegiate del personale appartenente alle Forze di Polizia ad ordinamento civile.

La direzione generale per il personale militare ha aggiornato il “Compendio delle Disposizioni in Materia di Tutela della Maternità e Paternità e Congedi per Eventi e Cause Particolari”:

Ufficiali dell’Esercito in servizio permanente effettivo da includere, presumibilmente, nell’aliquota di ruolo per la formazione dei quadri di avanzamento per l’anno 2016

Redazione dei documenti caratteristici del personale appartenente all’Esercito, alla Marina, all’Aeronautica e all’Arma dei Carabinieri.​Semplificazione e razionalizzazione delle procedure e delle norme.

Facendo seguito alla circolare n. 152 del 18 agosto 2015, con la quale l’Istituto si è occupato delle prime istruzioni operative in ordine al congedo parentale in modalità oraria previsto dal comma 1 ter dell’art. 32 del T.U., l’INPS  – con il Messaggio  del 3 novembre 2015 - fornisce alcune precisazioni circa l’incumulabilità del congedo parentale ad ore con altri permessi o riposi disciplinati dal T.U. maternità/paternità.

Tale incumulabilità risponde all’esigenza di conciliare al meglio i tempi di vita e di lavoro utilizzando il congedo in modalità oraria essenzialmente nei casi in cui il lavoratore intenda assicurare, nella medesima giornata, una (parziale) prestazione lavorativa.

L’ARAN (Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle pubbliche amministrazioni), in risposta ad un quesito posto da parte di una amministrazione rappresentata, fornisce l’Orientamento applicativo RAL1790 sul calcolo delle ferie per il part-time nella Pubblica Amministrazione.

 Servizio ricompense e onorificenze - Procedure per l’inoltro delle proposte per la Croce di Anzianità di Servizio Militare, Lunga Navigazione Aerea e al merito di Lungo Comando.

Le Sedi INPS dovranno riliquidare la buonuscita dei militari richiamati in servizio dal congedo e cessati dal richiamo, valutando il periodo di servizio in questione, prendendo a base di calcolo della suddetta prestazione di fine servizi il trattamento economico che l’interessato avrebbe maturato in attività di servizio e non quello effettivamente percepito. Con messaggio n. 6292 del 12/10/2015 l’INPS avvisa le sedi di accertare che la quota di contributo “Opera di Previdenza” del 9,60%, sia stato regolarmente versato.

Manteniamo in evidenza sul nostro sito la  scheda informativa sul personale del Comparto Difesa, Sicurezza e soccorso pubblico, nell’ambito della Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato , elaborata dall'INPS

Il sottosegretario ALFANO alla Difesa Alfano risponde all'interrogazione n. 3-01954, a firma del senatore Marton ed altri, e relativa alle disposizioni in materia di congedi parentali per il personale militare, rilevando che la Direzione generale per il personale militare, a conclusione di approfondite valutazioni, ha impartito, il 22 luglio 2015, le direttive per rendere effettiva anche l'applicazione del principio espresso dall'articolo 40, comma 1, lettera e) del decreto legislativo n. 151 del 2001.

            In tal senso, conformemente all'orientamento consolidato nella giurisprudenza, il diritto ai riposi giornalieri compete al militare padre anche in tutte le ipotesi di inesistenza di un rapporto di lavoro dipendente in capo alla madre: quindi non solo nel caso della madre che svolga attività lavorativa autonoma, ma anche in quello della madre che non svolga alcuna attività lavorativa o che, comunque, svolga un'attività non retribuita da terzi (come il caso della casalinga)....

Pagine