Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Circolari

L’INPS con la Circolare n.119 del 18.12.2018 ha disciplinato le modalità di riscatto agevolato di periodi di lavoro (sino a 5 anni) per il personale delle Forze Armate (Arma dei Carabinieri compresa), anche ai fini pensionistici e anche per il regime contributivo. Nella circolare non è ricompreso il personale della Guardia di Finanza e delle Forze di Polizia ad ordinamento civile. 

Chiarimenti in ordine all’esclusione dal campo di applicazione della normativa sul Polo Unico di medicina fiscale (artt. 18 e 22 del D.lgs n. 75/2017) del personale delle Forze armate (Esercito, Marina militare, Aeronautica militare), dei Corpi armati dello Stato (Guardia di Finanza e Carabinieri, Polizia dello Stato, Polizia
Penitenziaria) e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Integrazione Circolare del 19 giugno 2018 relativa alla concessione della “Croce Commemorativa nazionale per le operazioni di Cooperazione al di fuori del territorio nazionale”.

Determinazione della percentuale di rimborso delle spese sostenute per le rette di asilo nido nell’anno educativo 2017/2018. Istruzioni tecniche

Cessazione anticipata dal servizio, a domanda, e collocamento in ausiliaria per il 2019 degli Ufficiali e dei Marescialli (e gradi corrispondenti) dell’Esercito, della Marina Militare e dell’Aeronautica Militare

Il Ministro Trenta ha avviato presso tutti i reparti un'indagine conoscitiva per comprendere la reale portata del fenomeno in materia di ricongiungimenti familiari e avvicinamento ai luoghi di origine dando seguito ad un impegno preso fin dall'inizio del suo mandato.

Online il modello ObisM 2019 per i pensionati e neo pensionati. Infatti, da decorrere dal 10 maggio 2019, è già possibile accedere sul sito INPS e scaricare il certificato di pensione, per l’anno 2019. Il rilascio da parte dell’INPS è avvenuto a conclusione delle operazioni di rideterminazione delle pensioni per quest’anno. Aggiornamento, questo reso necessario a seguito dell’introduzione dei nuovi criteri di rivalutazione delle pensioni introdotti dalla Legge di Bilancio 2019 (L. n. 145/2018).

La variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo tra l’anno 2017 e l’anno 2018 è risultata pari all’ 1,1 per cento. Rivalutati pertanto dall'INPS i livelli di reddito. Pubblichiamo la circolare dell’INPS n. 66 del 17.05.2019 e le nuove tabelle contenenti gli importi mensili degli assegni al nucleo familiare in vigore dal 1 luglio 2019 e che resteranno valide fino al 30.06.2020

Il primo assaggio del nuovo sistema di indicizzazione delle Pensioni lo si è avuto ad aprile, mese di decorrenza delle novità introdotte dalla legge di Bilancio alla voce perequazione dei trattamenti previdenziali. Proprio con il rateo di aprile è partito il ricalcolo delle pensioni che l’Inps aveva provveduto ad adeguare al tasso di inflazione in misura provvisoria, cioè utilizzando il vecchio sistema, non essendo stato possibile recepire quanto previsto dalla manovra finanziaria approvata solo alla vigilia di Capodanno.

Diramata dal comando GDF la circolare che disciplina l'attribuzione del FESI anno 2018.

Nell’ambito dei servizi on line offerti dall’Istituto, è disponibile l’applicativo per la “Quantificazione” e la “Simulazione” del Trattamento di Fine Servizio (TFS) dei dipendenti pubblici.Il servizio online è disponibile nel sito istituzionale www.inps.it.

Novità per quanto riguarda l’assegno familiare e di maternità Inps 2019. A renderlo noto la circolare n. 51 dell’11 aprile 2019. Con tale circolare, l’Inps ha comunicato che sono state rivalutate la misura e i requisiti economici per l’assegno per il nucleo familiare e l’assegno di maternità dei Comuni.

L’estra琀o conto è disponibile sul sito internet www.inps.it, in esso sono esposti i dati relativi a stato di servizio, gli eventuali periodi riconosciuti con provvedimenti di riscatto, ricongiunzione o computo, gli eventuali altri periodi riconosciuti con contribuzione figurativa e le retribuzioni utili a fini pensionistici successive al 31 dicembre 1992, con esclusione di ogni riferimento ai periodi utili ai fini del tra琀amento di fine servizio.

Il  20 marzo 2019, lo Stato Maggiore dell’Esercito ha comunicato ai singoli reparti l’avvio delle procedure per la segnalazione dei dati del personale dipendente relativi ai servizi svolti nel 2018.

Nel dettaglio, questi possono inserire le giornate utili al FESI utilizzando la funzione disponibile sul sistema “Stipendiale unificato” e per farlo hanno tempo fino al 2 maggio 2019.

Il 13 febbraio 2019 l’Inps ha emanato il seguente messaggio: “Proroga ed ampliamento del congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti e proroga del congedo facoltativo di cui all'articolo 4, comma 24, lettera a), della legge 28 giugno 2012, n. 92, per le nascite e le adozioni/affidamenti avvenuti nell'anno solare 2019” con cui ha dettato le istruzioni da seguire per poter usufruire del congedo papà obbligatorio, rimandando invece, per il congedo facoltativo, alle istruzioni contenute nella circolare inps n. 40/2013.

Più trasparenza in caso di assenza alle  visite fiscali. L'Inps fa chiarezza con un recente messaggio del 29 marzo scorso. Il datore di lavoro potrà consultare gli esiti delle visite mediche di controllo svolte su richiesta datoriale direttamente online.

È stato pubblicato sul sito INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) il bando triennale Home Care Premium 2019.

I destinatari sono i dipendenti e pensionati pubblici INPS, i loro coniugi, parenti e affini di primo grado non autosufficienti.

L’Inps ha provveduto ad informare che a partire dal 1° aprile, il prospetto di liquidazione del trattamento di fine servizio (TFS) e del trattamento di fine rapporto (TFR) dei dipendenti pubblici sarà pubblicato nel “Fascicolo previdenziale del cittadino”.

Circolare emanata dal “I Reparto Personale, Ufficio Trattamento Economico” dello Stato Maggiore della Difesa, sui criteri per il calcolo del FESI 2018 per gli appartenenti alle Forze Armate.

L'INPS ha diramato la Circolare  n. 26/2019 che prevede istruzioni per il passaggio del calcolo della pensione del personale del comparto sicurezza e difesa  dal modello PA04 al modello "Passweb". L’Istituto ha avviato un programma di progressiva omogeneizzazione delle modalità operative e gestionali di liquidazione delle pensioni dei dipendenti pubblici, che al momento è rivolto al personale iscritto alla Cassa dei trattamenti pensionistici dello Stato (CTPS), per il quale è stato intrapreso il passaggio alla nuova procedura pensioni SIN2. Tale innovazione prevede il definitivo superamento dell’utilizzo del modello PA04 o di ogni altra analoga certificazione precedentemente utilizzata dai datori di lavoro in occasione del collocamento a riposo del dipendente.

Pagine