Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

SI COMUNICA CHE IL NUOVO  N. TELEFONICO DELLA REDAZIONE DE' IL NUOVO GIORNALE DEI MILITARI E' IL SEGUENTE: 

3914055660.

 

Con una recente sentenza (n.12/2021) della Corte dei Conti Sezioni Riunite, arriva a soluzione l’annosa questione relativa all’aliquota da applicare per il calcolo della parte di pensione “ex retributiva” (quote A e B) dei militari con meno di 15 anni di servizio utile al 31.12.1995. Con la sentenza n. 1/2021, la stesse Sezioni Riunite avevano chiarito che ai militari transitati in pensione con il sistema c.s. “misto” e con un’anzianità utile maggiore a 15 anni al 31.12.1995, lasciando però qualche dubbio per coloro che avevano meno di 15 anni.

I cambiamenti e le modifiche legislative al Codice dell’ordinamento militare apportati dal Decreto Legislativo del 2 marzo 2019, n. 173, recante “Disposizioni in materia di riordino dei
ruoli e delle carriere del personale delle Forze Armate, ai sensi dell’art. 1 commi 2, lettera a), 3, 4 e 5, della legge del 1° dicembre 2018, n. 132”, talune indicazioni interpretative provenienti dal Giudice Amministrativo nonché i quesiti pervenuti dalle Forze Armate in sede di applicazione dell’edizione 2019 della “Guida Tecnica”, hanno posto l’esigenza di pubblicare una nuova edizione, anziché procedere con l’invio di significative varianti alla precedente.

 Dal 20 agosto 2021 al 20 febbraio 2022 sarà possibile, per tutti i dipendenti e pensionati pubblici non iscritti in precedenza, aderire alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Il decreto 12 maggio 2021, n. 110, con il regolamento, è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 5/8/2021.

Dal 16 agosto 2021, il cittadino che sia impossibilitato ad utilizzare in autonomia i servizi online INPS, può delegare un’altra persona di sua fiducia all'esercizio dei propri diritti nei confronti dell'Istituto attraverso lo strumento della delega dell’identità digitale.

 Arriva ilcosiddetto bonus Irpef, un incentivo derivante dal taglio del cuneo fiscale che dal luglio del 2020 ha sostituito il vecchio Bonus Renzi da 80 euro.

 Arriva ilcosiddetto bonus Irpef, un incentivo derivante dal taglio del cuneo fiscale che dal luglio del 2020 ha sostituito il vecchio Bonus Renzi da 80 euro.

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 64 del 13 agosto 2021 un bando di concorso straordinario, per titoli ed esami, per il reclutamento di 212 VFP4 nelle Forze
speciali e componenti specialistiche della Marina militare, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) della Marina militare in servizio, anche in rafferma annuale, o in congedo per fine ferma.

Lo scorso 15 luglio è stata pubblicata la sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea secondo  la quale, i militari non possono essere esclusi nella loro totalità e in permanenza dall’ambito di applicazione della Direttiva n. 2003/88 sull’orario di lavoro. Le deroghe sono ammesse solo in caso di attività eccezionali e limitate nel tempo o in addestramento, mentre non è consentita l’esclusione per le attività connesse a servizi di amministrazione, di manutenzione, di riparazione, di sanità, di mantenimento dell’ordine o di repressione dei reati.

 

Concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di duemiladuecentocinquantuno VFP 4 nell'Esercito, nella Marina Militare, compreso il Corpo delle capitanerie di porto e nell'Aeronautica militare, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) in servizio, anche in rafferma annuale, o in congedo per fine ferma, anno 2021. (GU n. 57 del 20-07-2021)

Apprendiamo da Agenzie Stampa che riportano notizie vicine alla Difesa, e da dichiarazioni dell’on. Andrea FRAILIS ( PD) che il Ministro della Difesa ha finalmente reso operativo sull’intero Territorio Nazionale l’Ordine del Giorno n.47.01 del Dl 73/2021 inerente al blocco degli sfratti, riguardanti gli alloggi della Difesa, fino al 31 dicembre 2021. Pertanto ogni azione eventualmente pretesa dai Comandi fino a quella data deve intendersi non conforme alle disposizioni impartite.

“Utilizzo della procedura telematica per lo scambio dei dati ai fini dell’accredito dei periodi contributivi perequativi”

“Il ddl n. 1893 sull’esercizio della libertà sindacale nell’ambito militare non risponde alla pronuncia della Corte Costituzionale che ha riconosciuto il diritto ai lavoratori in divisa di costituirsi in sindacati e ha dato a questi ultimi un ruolo di interlocuzione esplicito e chiaro. La discussione in Commissione Difesa del Senato vede tutte le forze politiche, che in maniera trasversale sostengono il provvedimento, continuare a ignorare le richieste dei militari, e gli ultimi emendamenti presentati dal relatore sen. Vattuone hanno avuto la capacità di peggiorare ulteriormente una legge pessima, con cui si sceglie di dare risposte concrete alla dirigenza militare e non darne nessuna alle esigenze di migliaia di lavoratori”. È quanto dichiara il segretario confederale della Cgil *Giuseppe Massafra*, che ribadisce il giudizio dato sul provvedimento insieme a diciotto organizzazioni sindacali militari nell’iniziativa sul tema tenutasi gli scorsi 13 e 14 luglio.

Le novità intervenute in materia di emergenza antiCovid con il DL 23.07.2021 n. 105: stato di emergenza prorogato al 31 dicembre p.v. e prorogato altresì al 31 ottobre p.v. l’impiego in modalità agile dei lavoratori c.d. fragili. Circolare di Persomil

Modalità di compilazione e inoltro delle richieste di concessione della Medaglia al merito di lungo comando Stato Circolare

Pagine