Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

SI COMUNICA CHE IL NUOVO  N. TELEFONICO DELLA REDAZIONE DE' IL NUOVO GIORNALE DEI MILITARI E' IL SEGUENTE: 

3914055660.

 


La proposta di legge sul sindacato dei militari licenziata dalla IV Commissione Difesa presenta purtroppo molti aspetti negativi e francamente le dichiarazioni esultanti ed autocelebrative di alcuni esponenti politici della stessa Commissione appaiono del tutto fuori luogo. Cos' in un comunicato congiunto il parere dei sindacati militari.

Direttiva di Difesan  con  linee guida volte a costituire  un compendio, di rapida consultazione sia per i Comandanti sia per il personale interessato,  con l’intento di standardizzare in ambito interforze l’erogazione delle attività di supporto morale, psicologico e assistenziale-previdenziale, tenendo conto delle diverse azioni di supporto che l’A.D., sulla base della propria organizzazione e della vigente normativa di settore, è in grado di offrire al personale e ai rispettivi familiari colpiti da eventi di particolare gravità.

La commissione Difesa va verso l’approvazione della legge che detta norme sull'esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia ad ordinamento militare. Nel corso della seduta sono stati discussi ed approvati una serie di emendamenti. Martedi  prossimo il testo dovrebbe essere licenziato  definitivamente  in Commissione ed andare in Aula per l’approvazione (calendarizzata per il mese di luglio).

Istruzioni operative  di SMD (Centro Unico Stipendiale Interforze), sulla applicazione dell’articolo 63 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 che  ha introdotto un premio a favore dei lavoratori dipendenti con reddito non superiore a 40.000 euro che hanno prestato nel mese di marzo attività lavorativa presso la propria sede di lavoro. Il premio è pari a 100 euro rapportate al numero di giorni di lavoro svolti presso la predetta sede.

La Direzione generale del Personale militare pubblica in un volume una serie di quesiti del personale su varie materie che riguardano la sfera professionale.

Sul  sito dell'Inail è stata pubblicata la modulistica necessaria per chiedere la prestazione una tantum in favore delle Vittime dell'Amianto ambientali e/o familiari (non professionali). Destinatari, sono utti i soggetti, che nel periodo 2015-2020 risultino affetti da mesotelioma contratto o per esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell’amianto o per esposizione ambientale avvenuta sul territorio nazionale. I malati di mesotelioma non professionale o i loro eredi che nel periodo 2015-2019 hanno beneficiato della prestazione assistenziale una tantum nella misura di 5.600 euro possono chiedere l’integrazione della prestazione fino alla concorrenza dell’importo di 10.000 euro.
L’istanza di integrazione deve essere presentata entro centoventi giorni dalla data del 1° marzo 2020, a pena di decadenza, utilizzando la modulistica allegata alla circolare che riportiamo in allegato. (Mod. 190/I – circolare n. 20/2020).

Circolare di Persomil per l'individuazione dell’esatta modalità di redazione del documento caratteristico, per il caso in cui il valutando risulti beneficiario di c.d. “terapie salvavita”.

Circolare Persomil relativa al rimborso parziale delle rette per asilo nido riservata al personale militare in servizio – dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica - avente figli di età compresa tra i tre mesi ed i tre anni che frequentino asili nido.

L'ordinamento giuridico stabilisce che i trattamenti di privilegio accordati ai militari di truppa e graduati di truppa, rimasti invalidi per lesioni o infermità dipendenti da o per causa di servizio, poichè sono connessi a menomazioni che si sono verificate durante il servizio militare di leva rientrano nel novero delle pensioni risarcitorie e, come tali, al pari delle pensioni di guerra restano esenti dall'imposta sul reddito delle persone fisiche.

Criteri tecnici per la individuazione del giudizio equivalente nel Rapporto Informativo -per la verifica del possesso dei requisiti necessari al conferimento della qualifica di 1° Luogotenente e della qualifica speciale ai Sergenti Maggiori Capo delle Forze Armate- ai sensi del comma 1, lettera c) degli articoli 1323 e 1323-bis del decreto legislativo 15 marzo 200, n. 66 – COM, come modificati dal d.lgs. 173/2019 (nuovo riordino dei ruoli).

L'edizione del compendio ha lo scopo di aggiornare, alla luce delle  modifiche normative, le disposizioni in materia di cessazioni dal servizio permanente.

Il  compendio si applica a tutte le categorie del personale militare in servizio permanente, fatta eccezione per gli Appuntati e i Carabinieri i cui procedimenti di cessazione sono di diretta competenza del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

(*) Di Rachele Magro - Il ricongiungimento familiare  nelle forze Armate e di Polizia è un tema che ci sta molto a cuore e per lungo tempo abbiamo atteso un disegno di legge che lo disciplinasse.

Ad oggi la proposta di legge 791 è arenata al Senato. L’iter prevede che qualora ottenesse l’approvazione passerebbe nuovamente   alla Camera prima di essere approvata definitivamente. La navette fra Camera e Senato continuerà fino a quando i due rami del Parlamento non concordano nell’approvare un testo perfettamente identico .

Comunicato congiunto delle sigle sindacali. Il sindacato per i militari è un diritto sancito dalla Corte Costituzionale. Ogni azione contro tale sentenza è contro legge. Compresa l'attività antisindacale. Un dirigente del SILME, il quale per aver cercato di tutelare il personale si trova ad essere posto nella condizione di "a disposizione..." ovvero l’anticamera di un trasferimento ad oggi senza motivo

La sola dicitura "esigenze organiche e di servizio", senza una effettiva dimostrazione delle cause ostative, risulta insufficiente a respingere un'istanza di trasferimento

Pagine