Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

  Campagna abbonamenti 2017 -

Informazioni, attualità, commenti, normativa e Tanti consigli e soluzioni pratiche su come affrontare piccoli e grandi problemi professionali con l'aiuto dei nostri esperti del : CENTRO SERVIZI & ASSISTENZA DE IL NUOVO GIORNALE DEI MILITARI.

Come abbonarsi>>CLICCA QUI

Dopo il parere del Consiglio di stato e delle commissioni Parlamentari, i testi sono tornati in Consiglio dei ministri che ha approvato ieri i nuovi testi.

Nell’ambito del rapporto di pubblico impiego, la circostanza che il dipendente abbia effettuato prestazioni di lavoro eccedenti il normale orario di servizio, non è, di per sé, sufficiente a radicare nel medesimo il diritto al relativo compenso (cfr. Cons. Stato, Sez. III, n. 734/2017).

Nel pieno rispetto dell’art. 36 Cost., allo scopo di contemperare la salvaguardia dell’integrità psico-fisica e la dignità della persona con i principi di vincolo di bilancio operanti nelle P.P.A.A., sono state pertanto previste, specialmente per le Forze dell’Ordine, norme recanti l’obbligo di liquidare le prestazioni di lavoro straordinario, anche prevedendo, in alternativa, la concessione di “riposi compensativi”.

Il 19 maggio 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il bando per partecipare al concorso della Polizia di Stato aperto anche ai civili. Tale bando di concorso annuncia l’assunzione di 1148 allievi agenti entro il 2017.

 Le Commissioni Parlamentari riunite I e V, Affari Costituzionali e Difesa, hanno espresso il proprio parere sulla Revisione dei ruoli delle forze di Polizia. Ed ora il testo attende il varo dal consiglio dei Ministri.

Purtroppo, afferma il sindacato di polizia, ancora una volta registriamo la poca attenzione della politica alle aspettative di migliaia di uomini e donne che quotidianamente, con spirito di sacrificio ed a rischio della propria vita, assicurano la sicurezza del Paese.

Pubblichiamo la guida alla busta paga militare 2017 a cura del Centro Unico Stipendiale dell'Esercito Italiano (CUSE). Nella premessa si legge che  il CUSE, nello svolgimento della quotidiana funzione di supporto nei confronti degli EDR periferici e del personale amministrato, ha spesso constatato una diffusa difficoltà a “leggere” la propria “busta paga”. Tale criticità, peraltro non nuova, si è accentuata in questi ultimi tempi, anche a causa del diverso layout introdotto dal sistema stipendiale NoiPA che - rispetto al formato precedentemente in uso alla Difesa - rende la “busta paga” difficilmente comprensibile ai “non addetti ai lavori”.

Un periodo ponte da qui a fine settembre per la messa a regime del nuovo polo unico della medicina fiscale in capo all'Inps. Sarebbe questa l'ipotesi di modifica che verrà inserita nella riforma del Pubblico impiego, attesa in Consiglio dei ministri questo venerdì per il via libera finale. 

Si sono spenti i riflettori sull’ultima rivoluzione francese. Ora il Presidente della Repubblica più giovane, Emmanuel Macron, al di fuori dei partiti storici e per la prima volta eletto a una qualsiasi carica deve guidare la nazione in un momento particolarmente complesso. Fra le altre sfide, alcune delle principali sono connesse alla sicurezza e alla difesa, ma non solo a quelle. Vediamole.

La  guida si propone di offrire ai componenti delle commissioni concorsuali un quadro aggiornato  della normativa vigente da utilizzare nelle diverse fasi dei concorsi indetti dalla Direzione Generale per il Personale Militare, per reclutare il personale da immettere nei diversi ruoli dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dell’Arma dei Carabinieri o da avviare alla frequenza delle Accademie e delle Scuole Militari. La pubblicazione, oltre a costituire uno strumento di consultazione, è volta a uniformare le procedure e a dare risposte concrete a chi si accinge a svolgere l’impegnativo compito della selezione.

L'Amministrazione della Difesa d'intesa con quella della Giustizia, sta lavorando alla predisposizione di un disegno di legge delega per la riorganizzazione degli organi della Giustizia Militare, che conterrebbe anche la previsione: - di soppressione delle Procure Militari con contestuale attribuzione delle attuali funzioni a Uffici della Giustizia ordinaria.

Il 15 maggio è prevista la convocazione dei sindacati al tavolo tecnico  sul libro bianco e assunzioni, come da impegno assunto dal Ministro Pinotti nell'ambito dell'accordo raggiunto lo scorso 5 Aprile. Saranno convocate anche le Rappresentanze Militari?

Soddisfazione è stata espressa dall’Associazione Vittime del Dovere Onlus per le osservazioni formulate al Testo Unico sul Pubblico Impiego (Schema di decreto legislativo recante modifiche e integrazioni al testo unico del pubblico impiego, di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (n. 393) ed esposte nel corso dell’audizione informale avvenuta il 20 aprile scorso in occasione della riunione n 138 della Commissione Affari Costituzionali del Senato della Repubblica, che  sono state poste quali condizioni al parere favorevole espresso il 3 maggio u.s. dalla medesima Commissione.

In caso di assenza dal lavoro per uno o più giorni, per motivi di salute, è necessario presentare al datore di lavoro il certificato medico. Nel caso di attestati rilasciati dalle strutture ospedaliere, il Garante della Privacy detta inoltre specifici requisiti. In particolare, l’Authority chiarisce che sui certificati medici rilasciati da enti pubblici devono essere presenti solo informazioni generiche. Questo significa che non vi devono essere dati di carattere personale come il nome della struttura o lo stato di salute del paziente stesso.

Il Ministero della Famiglia ha annunciato la data ufficiale per richiedere il nuovo bonus per pagare gli asili nido.  La data annunciata dal ministro Enrico Costa è il 18 maggio 2017. Entro questo termine l’Inps dovrà comunicare tutte le istruzioni per richiederlo.  Quali  sono i requisiti e come richiedere il bonus asilo nido 2017.

Le Commissioni Difesa di Camera e Senato hanno espresso parere favorevole con "osservazioni" allo Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate.. Il testo - dopo aver ottenuto anche il parere del Consiglio di Stato tornerà  al Consiglio dei Ministri per la definitiva approvazione e la successiva pubblicazione in G.U.

Pagine