Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

SI COMUNICA CHE IL NUOVO  N. TELEFONICO DELLA REDAZIONE DE' IL NUOVO GIORNALE DEI MILITARI E' IL SEGUENTE: 

3914055660.

 

Fornite le indicazioni operative sulla nuova modalità di restituzione delle somme indebitamente percepite dall’INPS, disciplinata dall’art. 150 del D.L. n. 34/2020. In particolare è stato specificato che le somme restituite al soggetto erogatore, se assoggettate a ritenuta, sono restituite al netto della ritenuta subita e non costituiscono oneri deducibili.

Inoltre, il sostituto d’imposta quale soggetto erogatore, ha la possibilità di usufruire, al posto del rimborso, di un credito di imposta pari al 30% delle somme ricevute, utilizzabile senza limiti in compensazione.

È quanto chiarito dall’INPS, con la Circolare n. 174 del 22 novembre 2021. 

L’art. 42 bis del D.Lgs. 151/01, in materia di assegnazione temporanea del dipendente pubblico concepito per favorire il ricongiungimento alla propria famiglia composta da figli minori di tre anni, è applicabile esclusivamente ai lavoratori delle pubbliche amministrazioni, comprese le amministrazioni dello Stato , anche ad ordinamento militare, seppur “tenendo conto del particolare stato rivestito”.

“Il disegno di legge sulla libertà sindacale del personale militare approvato dal Senato è sbagliato: siamo di fronte all’impedimento di qualsiasi forma di rappresentanza libera e viene disegnato un sindacato isolato, depotenziato e condizionabile”. Così il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra commenta il via libera di Palazzo Madama al ddl recante "Norme sull'esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia a ordinamento militare, nonché delega al Governo per il coordinamento normativo".

L'Assemblea del Senato con 139 sì, 13 no e 69 astenuti, ha approvato il ddl sull'esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia a ordinamento militare. il provvedimento torna alla Camera dove era stato già approvato, perché sono state apportate  modifiche. Il Resoconto stenografico della Seduta parlamentare.

Il V Reparto dell’Ufficio Affari Generali dello Stato Maggiore Difesa – ha stipulato recentemente una assicurazione sanitaria integrativa destinato al personale militare appartenente alle
FF.AA. e all’Arma dei carabinieri.

In un comunicato congiunto i sindacati militari denunciano la totale mancanza di dialogo con le amministrazioni e forti critiche al testo  che il Senato si appresta a votare nei prossimi giorni che:" E' stata completamente condizionata da attori “politicamente incapaci” di recepire le reali esigenze e dai vertici delle Amministrazioni, fortemente interessati a snaturare e minare alle origini ogni tentativo di dotare il mondo militare, così come sancito dalla sentenza della Corte Costituzionale 120/2018, di una legge sindacale idonea a tutelare e negoziare gli interessi del personale".

Presentata l'11 novembre in Senato la legge finaziaria. La Relazione illustrativa, la  Relazione tecnica, il Disegno di legge, Quadri generali riassuntivi. Le misure di interesse per il Comaprto Difesa e sicurezza.

Nel biennio 2023-2024 non aumenta l’età pensionabile. A stabilirlo il decreto ministeriale del 27 ottobre, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 10 novembre, che ha certificato il decremento della speranza di vita pari a 3 mesi, confermando  i  vigenti  requisiti  anagrafici e contributivi.

Emanata dalla Direzione del personale Civile della Difesa, una circolare con la quale si da' attuazione alle linee guida diramate dal  Ministro della pubblica amministrazione, sul rientro in servizio dei dipendenti pubblici (in ordine alle quali è in corso il confronto con le OO.SS). Dovranno essere adottate le misure organizzative definendo le graduali modalità di rientro in presenza del personale, garantendo, nel contempo, il pieno rispetto delle condizioni di salute e di sicurezza anti COVID,

La legge di Bilancio 2022 approvata dal Consiglio dei Ministri contiene alcune misure di interesse per le Forze Armate e di Polizia.

L’articolo 9 del decreto fiscale (n. 146/2021), entrato in vigore il 22 ottobre, ha prolungato fino al 31 dicembre 2021, i congedi parentali straordinari Covid, in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi con figli minori di 14 anni, ai quali sia stata sospesa la didattica in presenza o che siano in quarantena a causa del virus. 

Dietrofront del Ministero del Lavoro in merito al trattamento da riconoscersi al personale militare in ausiliaria richiamato in servizio a domanda senza assegni.

Il personale militare in ausiliaria richiamato in servizio su domanda della Pubblica Amministrazione senza assegni ha diritto alla riliquidazione dell'indennità di buonuscita alla cessazione dal richiamo. Lo rende noto l'INPS nella Circolare n. 159/2021 pubblicata  a seguito del mutato orientamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (parere n. 22028 del 15 dicembre 2020).

Al fine di proporre modifiche al decreto n. 127/2021  sull’obbligo del possesso del green pass sui luoghi di lavoro, il SILF ha scritto a Governo e Comando Generale segnalando criticità e proposte di risoluzione.  Modalità e tempi di verifica, privacy e riservatezza dei dati sensibili, accesso ad alloggi di servizio, costo del tampone, avanzamento ed altro.

Nell’occasione è stato nuovamente stigmatizzato il perdurante ed ingiustificato atteggiamento ostruzionistico tenuto dal Comando Generale della Guardia di Finanza, al pari di tutte le altre Amministrazioni militari, nei confronti dei sindacati.

Parere della Funzione Pubblica  circa la possibilità di concessione dei permessi di cui all’articolo 33 legge 5 febbraio 1992, n. 104 nell’ipotesi in cui la persona in situazione di gravità sia residente in un Comune con distanza stradale superiore ai 150 km, ma domiciliata presso l’abitazione del lavoratore che si occupa dell’assistenza. In particolare, si chiede se il solo domicilio possa soddisfare i requisiti previsti dalla normativa per la fruizione dei citati permessi.

Pagine