Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Archivio Mensile delle news

Pubblicato lo scorso 31 Dicembre in Gazzetta Ufficiale, il testo del Decreto Milleproroghe, il  provvedimento di fine anno, licenziato dal Governo  nel Consiglio dei Ministri dello scorso 24 Dicembre, che prevede  il prolungamento dei tempi per l’attuazione di molte importanti misure. 

Forze Armate
Rifinanziata, per il primo trimestre del 2015, con 9,7 milioni di euro, l’operazione «Strade sicure» collegata all’apertura di Expo 2015. Questi fondi serviranno a garantire la permanenza in servizio di circa 3000 tra ufficiali di Polizia e militari delle Forze Armate. 
Prorogato fino alla fine di Febbraio 2015 il periodo di formazione e di perfezionamento di 2.931 addetti recentemente trasferiti agli uffici giudiziari.

Il Dipartimento della P.S. ha diramato una circolare contenente le prime indicazioni in materia pensionistica e previdenziale, dopo il varo della legge di stabilità 2015. Come è noto Il comma 707 della legge di stabilità prevede   che  l’importo della pensione, quale che sia il metodo di calcolo, non può mai eccedere quel che risulterebbe con l’applicazione del retributivo (80% dell’ultimo stipendio). La norma scatta dal 2015, e viene applicata a tutti i trattamenti, anche quelli già liquidati (quindi, ha effetto retroattivo). Si tratta di un caso relativo a una falla nella Riforma Pensioni di fine 2011. In pratica, la Legge Fornero permette ai lavoratori che hanno 40 anni di contributi di restare in servizio fino a 70 o 75 anni, accettando però il calcolo contributivo sull’anzianità maturata a partire dal 1 gennaio 2012. I destinatari della norma sono coloro che hanno già maturato i 18 anni di anzianità contributiva al 31.12.1995  e pertanto destinatari del sitema retributivo. La norma interessa sia le cessazioni che interverranno nel 2015  sia i trattamenti pensionistici già liquidati dal 2012 ma gli effetti saranno disposti dall'entrata in vigore della legge (2015).

Una misura che è passata inosservata con l'approvazione della legge di stabilità, è quella del prelievo forzoso effettuato ai danni dei dipendenti e pensionati del pubblico impiego.
Come è noto, a causa della virtualizzazione del loro tfr, cioè esistente solo sulla carta, ma non come accantonamento reale, non possono usufruire dell’anticipo né del Tfr né del Tfs per acquisto o ristrutturazione casa, né se iscritti alla previdenza complementare, possono chiedere un’anticipazione fino al 30% del capitale accumulato come per gli altri lavoratori.

Il dossier, arriva il Conto annuale della Ragioneria generale dello Stato, fotografia regione per regione, comparto per comparto della consistenza e dei costi del personale della pubblica amministrazione in Italia. Documento ufficiale, tra l’altro, poiché costituisce fonte di informazioni per le decisioni istituzionali in materia di pubblico impiego.

  

Con la circolare numero 62 dello scorso 18 dicembre l’INAIL ha indicato le linee guida per la trattazione dei casi di infortuni in itinere e in particolare per le deviazioni per ragioni personali.

L’INAIL premette che la normativa vigente in materia prevede l’esclusione della tutela dell’infortunio in itinere nel caso di interruzione o deviazione del tutto indipendenti dal lavoro o, comunque, non necessitate […]. L’interruzione e la deviazione si  intendono necessitate quando sono dovute a cause di forza maggiore, ad esigenze essenziali ed improrogabili o all’adempimento di obblighi penalmente rilevanti.

Nonostante l’entrata in vigore di questa norma che disciplina l’infortunio in itinere, il significato da attribuire al concetto di “esigenze essenziali” continua a suscitare perplessità in fase di applicazione.

Il 31 dicembre cessano gli effetti del cosiddetto blocco stipendiale ad eccezione di quelli relativi al rinnovo del contratto del personale non contrattualizzato e agli adeguamenti automatici degli stipendi per il personale non contrattualizzato,ulteriormente congelati sino al 31 dicembre 2015. dalla legge di stabilità. 
 
 
 

 Autorità competenti a ordinare l’inchiesta sommaria su eventi di particolare gravità o risonanza occorsi nell’ambito di comandi, enti e unità della Marina militare e dell’Arma dei carabinieri.

L'opzione sarà  preclusa ai lavoratori del pubblico impiego e ai lavoratori domestici e del settore agricolo. Chi opera per la liquidazione mensile del TFR sarà vincolato alla sua decisione fino alla scadenza del triennio.

Collocamento in ARQ al 31.12.2014 dei Colonnelli dell'E.I., dei Capitani di Vascello della M.M., dei Colonnelli dell'A.M. e dei Colonnelli dei CC.

Pagine