Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Archivio Mensile delle news

Dall''operazione 'Strade Sicure' alla prossima legge di stabilità, dalla legge sui sindacati militari al tragico fenomeno dei suicidi tra le Forze Armate. Tanti i temi sui quali sta lavorando la Commissione Difesa alla Camera dei Deputati, presieduta dal deputato M5s Gianluca Rizzo.

Gli Stati Maggiori Difesa hanno illustrato ieri ai rispettivi COCER i provvedimenti che il Governo si accinge tradurre in schema di Decreto Legislativo. Misure preconfezionate dalle Amministrazioni, senza nessun tipo di confronto con le OO.SS e para negoziate dalla sola “limitata” rappresentanza militare. Questa è l’ennesima occasione persa per dare attuazione alla sentenza 120/18 della Corte costituzionale. L’ennesima dimostrazione di una forte reticenza ad abbracciare il cambiamento, continuando a prediligere organismi ormai superati. In tale contesto, non solo è impedita ai sindacati la partecipazione a tavoli importanti per la vita lavorativa del personale ma si avvantaggiano, tra l’altro, quelle sigle sindacali militari che hanno all’interno dei Cocer esponenti di spicco che indossano il doppio abito. Oltre il danno, la beffa! Tale condotta è iniqua, ingiusta e ingiustificabile. Aspettiamo, chiederemo e discuteremo del testo in Commissione, prendendoci con forza il ruolo che la Corte Costituzionale ci ha riconosciuto.

 

Segretario Generale SILF Francesco Zavattolo

Segretario Generale SILME  Giuseppe Pesciaioli

Segretario Generale SIAM Paolo Melis

Lettera congiunta dei sindacati di Polizia per chiedere al Presidente del Consiglio certezze rispetto ai contenuti del provvedimento approvato nel corso dei Consiglio dei Ministri . "Se le indiscrezioni  saranno confermate, affermano i sindacati, il testo del decreto legislativo sui correttivi al riordino,  sarà lo stesso  rispetto al quale avevamo univocamente espresso vibranti critiche, giudicandolo sostanzialmente in parte irricevibile. Un articolato che, proseguono i sindacati, corrisponde invece soprattutto agli interessi delle Amministrazioni del Comparto, le quali hanno chiaramente mirato a soddisfare le proprie esigenze, per poi metterci a conoscenza del risultato del compromesso da loro raggiunto solo in prossimità della scadenza dei termini della delega".

I termini di prescrizione dei contributi dei lavoratori pubblici sono stati prorogati dal d.l. 4/2019 a seguito dell’entrata in vigore dell’articolo 19 del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26.

L’INPS con circolare n. 122 del 2019 ha fornito i relativi chiarimenti di dettaglio.

Primo provvedimento del nuovo Governo “Conte bis” inerente il personale del comparto sicurezza e difesa. Nel Consiglio dei Ministri di ieri 19 settembre 2019, all’interno dello schema di decreto legge di riorganizzazione dei Ministeri, sono state inserite due novità relative ai finanziamenti del correttivo 2 al riordino ed agli straordinari prestati dal personale delle Forze armate nell’operazione strade sicure.

Più nel dettaglio, per quanto concerne il correttivo 2 al riordino si prevederebbe una rimodulazione negli anni delle risorse già disponibili (quindi nessun nuovo finanziamento), mentre relativamente all’operazione strade sicure” si prevederebbe un ulteriore finanziamento (circa 4,6, milioni di euro) per il lavoro straordinario del periodo luglio – dicembre 2019, con fondi messi a disposizione dalla Difesa.

La rimodulazione delle risorse per il correttivo 2 appena varata, lascia pensare che il Governo intende esercitare la delega entro il 30 settembre senza ulteriori rinvii, come da noi auspicato e richiesto. fonte: Silf)

Compilazione della documentazione caratteristica in favore del personale militare italiano impiegato in posizioni c.d. a status internazionale

Si è tenuto ieri l’ennesimo incontro del Tavolo per la prevenzione e la gestione delle cause di disagio per il personale della P. di S..
Tra le progettualità condivise ed individuate sin da subito come priorità rispetto al tema del ‘disagio/benessere’ dell’operatore di polizia, la messa in atto delle risorse per l’istituzione di ‘spazi d’ascolto’ da incardinare in maniera progressiva su tutto il territorio nazionale al fine di fornire ‘sostegno psicologico’ (modalità di ascolto attivo ed empatico) all’operatore operatrice che ne facesse esplicita richiesta. L’obiettivo ardito è quello di fornire sostegno e di accompagnare la persona durante un periodo dif- ficile, nel riconoscimento delle proprie risorse personali in un’ottica preventiva di gestione del disagio e favorente il benessere personale.

 I termini di prescrizione dei contributi dei lavoratori pubblici sono stati prorogati dal d.l. 4/2019.Con una recente circolare l'’INPS fornisce  i relativi chiarimenti.

La Commissione Difesa, nell'ambito della discussione su iniziative volte ad assicurare supporto psicologico al personale militare, ha svolto l'audizione di rappresentanti del Comitato tecnico scientifico di Psichiatria e Psicologia militare e di rappresentati del Centro veterani della difesa. IL VIDEO DELL'AUDIZIONE