Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Archivio Mensile delle news

Le Commissioni Giustizia e Difesa, nell’ambito dell’esame della proposta di legge Aresta (A.C. 1402) in materia di modifiche al Codice penale militare di pace, concernenti la definizione del reato militare nonché la disciplina e la procedibilità di alcune fattispecie di reato militare, hanno svolto  l’audizione del Dott. Gabriele Casalena, Presidente dell’Associazione MagistratiMilitari Italiani e Presidente di Sezione del Tribunale Militare di Roma.

E' stato siglato, presso il Comando Generale della Guardia di Finanza, un protocollo con l' INPS che prevede l'istituzione del Polo Unico Nazionale per la GdF presso la sede INPS di Viterbo. Tale sottoscrizione consentirà, a partire dal 1° Settembre 2019, a tutto il personale di consultare i servizi INPS attraverso la "propria postazione" lavorativa. Nello specifico, sarà possibile: • esaminare i servizi INPS in riferimento alla propria posizione contributiva/pensionistica (eliminazione PA04); • interagire in maniera più semplice con l' INPS; • controllare i propri contributi; • ricongiungere i periodi contributivi antecedenti l'arruolamento nella GdF; • velocizzare le istanze di pensionamento. Inoltre, si comunica che a breve sarà possibile consultare ulteriori notizie di dettaglio presso l' Homepage IRIDE, GdF.

Si  è svolta il giorno 24 luglio u.s. la prevista audizione di Casadiritto presso la Commissione Difesa della Camera dei Deputati inerente la discussione della Risoluzione FRUSONE ( 5 Stelle) e la Risoluzione FRAILIS (PD). Inoltre l’on. DEIDDA (FdI) ha preannunciato la presentazione di una sua Risoluzione. Sono intervenuti con una delegazione di Casadiritto, oltre Sergio Boncioli, Aquilini Stefano, Antonio Carangelo, Vincenzo Marruccelli, Temistocle Iossa e Vincenzo Pagano.

La Direzione Generale del Personale militare ha diramato la nuova direttiva alla luce dei cambiamenti e delle modifiche legislative al Codice dell’ordinamento militare apportati dal Decreto Legislativo 29 maggio 2017, n. 95 e dalla sentenza della Corte Costituzionale 19 ottobre - 15 dicembre 2016, n. 268, nonché i quesiti pervenuti dalle Forze Armate in sede di applicazione dell’edizione 2016 della “Guida Tecnica”, hanno posto l’esigenza di pubblicare una nuova edizione

TRA I COMPORTAMENTI CHE POSSONO ESSERE PUNITI CON LA CONSEGNA DI RIGORE è prevista l' adesione ad associazioni sindacali e svolgimento di attività sindacale da parte di militari non in servizio di leva o non saltuariamente richiamati in servizio temporaneo (articolo 1475, comma 2, del codice). Norma che è stata dichiarata illegittima dalla corte Costituzionale con la sentenza 120 del 2018. Come se nulla fosse cambiato..Una svista? Se non si interverrà per correggere l'errore, sarà  legittimo pensare che si voglia continuare a sanzionare il personale per l'esercizio di un diritto che la stessa Consulta ha riconosciuto e sul qual il parlamento sta discutendo la regolamentazione..

La vicenda dell'applicazione dell’articolo 54 del DPR 1092/1973 sul trattamento di quiescenza dei dipendenti civili e militari dello Stato è arrivata al limite della sopportazione. Di Maio impartisca all'INPS le disposizioni necessarie per impedire un grave danno sulla pensione dei militari. Così il Sen. D'arienzo in una interrogazione al Ministro del Lavoro Di Maio.

 

In G.U. n. 29 del 17-7-2019 è pubblicata la sentenza Sentenza 16 aprile 2019 n. 170: Giudizio di legittimita' costituzionale in via incidentale. Pubblica amministrazione - Delega al Governo a provvedere alla riorganizzazione o all'eventuale scioglimento del Corpo forestale dello Stato, previo parere della Conferenza unificata Stato-Regioni - Attuazione della delega - Scioglimento del Corpo e assorbimento del suo personale nell'Arma dei carabinieri e nelle altre forze di polizia a ordinamento militare. - Legge 7 agosto 2015, n. 124 (Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche), art. 8; decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177 (Disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo forestale dello Stato, ai sensi dell'articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche), articoli da 7 a 19. 

In G.U. n. 165 del 16 luglio 2019, è pubblicato il Decreto 10 aprile 2019: Ampliamento della dotazione organica dei ruoli dei sovrintendenti e degli ispettori del Corpo di polizia penitenziaria e rimodulazione della dotazione organica del ruolo degli agenti e degli assistenti.

La Commissione Difesa, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge in materia di associazioni  sindacali del personale militare, ha ascoltato i  rappresentanti del Sindacato aeronautica militare (Siam) e del Sindacato italiano lavoratori militari dell'Esercito (Silme). Per il SIAM erano presenti Paolo Melis, Antonsergio Belfiori e Alfio Messina. Per il Silme Giuseppe Pesciaioli, Fabo Mrolla e Petro Coccia.   IL VIDEO INTEGRALE DELL'AUDIZIONE .

La Commissione Difesa ha svolto l’audizione del capo di Stato Maggiore della difesa, generale Enzo Vecciarelli, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle condizioni del personale militare impiegato nell’operazione “Strade Sicure”.

I dipendenti del pubblico impiego che hanno terminato la loro carriera lavorativa dovranno attendere un tempo massimo di 75 giorni dalla domanda di certificazione per poter beneficiare dell’anticipo della liquidazione.

Saranno necessari poco meno di 10 giorni dall’approvazione della manovra alla presentazione del decreto attuativo e alla pubblicazione degli enti incaricati dell’erogazione.

I dipendenti del pubblico impiego che hanno terminato la loro carriera lavorativa dovranno attendere un tempo massimo di 75 giorni dalla domanda di certificazione per poter beneficiare dell’anticipo della liquidazione.

Saranno necessari poco meno di 10 giorni dall’approvazione della manovra alla presentazione del decreto attuativo e alla pubblicazione degli enti incaricati dell’erogazione.

L’INPS con la Circolare n.119 del 18.12.2018 ha disciplinato le modalità di riscatto agevolato di periodi di lavoro (sino a 5 anni) per il personale delle Forze Armate (Arma dei Carabinieri compresa), anche ai fini pensionistici e anche per il regime contributivo. Nella circolare non è ricompreso il personale della Guardia di Finanza e delle Forze di Polizia ad ordinamento civile.