Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Archivio Mensile delle news

Dalla Rappresentanza Militare al Sindacato.  Il Consiglio Centrale di Rappresentanza dei Militari si è riunito più volte sul tema e ha riconosciuto l’importanza e l’estrema delicatezza di questo periodo di transizione. "Una fase che, si legge nel documento presentato, per la portata storica di cambiamento che lascia presagire, deve necessariamente fondarsi sul confronto, libero e qualificato con gli attori in causa"

Via alla riduzione Irpef per le Forze Armate e di Polizia con reddito inferiore ai 28.000€; sarà però sul solo trattamento accessorio (comprensivo delle indennità di natura fissa e continuativa).

 

Dal 2019 salta il congedo obbligatorio per i padri lavoratori: la Legge di Bilancio non rifinanzia la misura, che nel 2018 concedeva fino a cinque giorni, quattro dei quali retribuiti per intero. Termina così la sperimentazione avviata nel 2013 (dalla legge 92/2012), nel corso degli anni prorogata e potenziata, mentre adesso il governo  ha deciso di eliminare del tutto.

Statali, i sindacati contestano l'esiguità delle risorse per il rinnovo dei contratti del triennio 2019-2021 e per il nuovo piano di assunzioni. Nel frattempo divampa la polemica per i 7 milioni di euro previsti lo scorso anno per il personale del Ministero dell'Economia destinato al supporto alle attività prelegislative.

Secondo la Corte di giustizia Ue un lavoratore non può perdere automaticamente i diritti alle ferie annuali retribuite maturati perché non ha richiesto le ferie

 “Un incontro importante, quello che si è tenuto questa mattina tra la Cgil e il Ministro Elisabetta Trenta, nel corso del quale si è iniziato ad affrontare questioni inerenti al comparto difesa. In particolare si è discusso del percorso di sindacalizzazione delle forze armate e di sicurezza, avviato dalla sentenza n. 120 della Corte Costituzionale, pronunciata lo scorso 11 aprile”. È quanto fa sapere il segretario confederale della Cgil *Giuseppe Massafra* che, questa mattina, insieme ad una delegazione del sindacato ha incontrato, presso il dicastero, il ministro della Difesa.

Con il Messaggio n. 4074 del 2 novembre 2018 l'INPS si adegua alla decisione della Corte costituzionale in materia di non computabilità dei periodi di congedo  speciale per l'assistenza di figli disabili art. 42 c.5 Dlgs 151/2001, nei 60 giorni  sospensione garantita alle madri assenti per assistenza, ai fini del mantenimento dell' indennità  di maternità .

E' stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale il Decreto Legislativo contenente «Disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di polizia, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche». Il “correttivo” contiene esclusivamente interventi di ordine tecnico al fine di non violare il principio di equiordinazione rispetto al personale del comparto Difesa. 

Sono diverse le novità che emergono dal testo del disegno di legge di bilancio, bollinato dalla Ragioneria dello Stato,  firmato  dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Approderà in Aula alla Camera tra il 29 ed il 30 novembre, come stabilito dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Tra le principali dei 108 articoli di cui è composta la manovra, sparisce il taglio alle pensioni d’oro, ma potrebbe rientrare tramite emendamento durante la discussione parlamentare.

Con la presentazione della manovra e la conversione del d.l. sicurezza in Parlamento, si iniziano a chiarire le intenzioni del governo sul comparto sicurezza e difesa.

Capitolo contratto.

Per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego (settore Stato) la manovra stanzia (in milioni di euro): 1.100 (di cui 140 residuali dal 2018) nel 2019, 1.425 nel 2020 e 1.775 a decorrere dal 2021. Con queste cifre, l’incremento medio ottenibile è pari all’1,3% (31 euro lordi) nel 2019, all’1,65% (40 euro lordi) nel 2020 e all’1,95% (47 euro lordi) a decorrere dal 2021.