Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Archivio Mensile delle news

Venerdì 25 settembre, il sindacato di polizia ha partecipato  all’assemblea dei lavoratori del Corpo Forestale dello Stato, organizzata dalle rappresentanze di categoria di Cgil, Cisl e Uil all’interno del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, a Roma, per fare chiarezza su quanto sta avvenendo sull’assorbimento e per decidere le forme di mobilitazione e di protesta

Attivare rapidamente la previdenza complementare nel comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico per aiutare la crescita degli assegni nei confronti dei lavoratori le cui prestazioni saranno determinate con il sistema di calcolo contributivo e quindi, potenzialmente, piu' basse rispetto agli altri lavoratori del pubblico impiego. Lo chiede al Governo in una interrogazione a risposta scritta in Senato Lorenzo Battista, Gruppo per le Autonomie, depositata lo scorso 22 settembre .

Il sottosegretario ALFANO alla Difesa Alfano risponde all'interrogazione n. 3-01954, a firma del senatore Marton ed altri, e relativa alle disposizioni in materia di congedi parentali per il personale militare, rilevando che la Direzione generale per il personale militare, a conclusione di approfondite valutazioni, ha impartito, il 22 luglio 2015, le direttive per rendere effettiva anche l'applicazione del principio espresso dall'articolo 40, comma 1, lettera e) del decreto legislativo n. 151 del 2001.

            In tal senso, conformemente all'orientamento consolidato nella giurisprudenza, il diritto ai riposi giornalieri compete al militare padre anche in tutte le ipotesi di inesistenza di un rapporto di lavoro dipendente in capo alla madre: quindi non solo nel caso della madre che svolga attività lavorativa autonoma, ma anche in quello della madre che non svolga alcuna attività lavorativa o che, comunque, svolga un'attività non retribuita da terzi (come il caso della casalinga)....

Un Tribunale di Roma ha accolto il ricorso della FLC-CGIL che chiedeva lo sblocco dei contratti come stabilito dalla Consulta.

Fino al 31 dicembre del 2014, era possibile essere  promossi al grado superiore all'atto della cessazione dal servizio. Questa promozione, apportava benefici al neo pensionato sia come importo della pensione sia come trattamenti di uscita dal lavoro. Con la Legge di Stabilità, dal 1° gennaio del 2015, questa possibilità è stata revocata e quindi il benefit è stato perso da coloro che sono andati o andranno in pensione nel 2015.

Chiarimenti dell'INPS sulle nuove modalità di erogazione del beneficio del congedo parentale, dopo le richieste da parte delle Strutture territoriali

Il ministero dell'Interno invia ai sindacati di polizia la circolare per le valutazioni ed osservazioni che dovranno pervenire entro il 2 ottobre 2015.

Sarebbe assurdo che anche quest’autunno, nel silenzio, si attenda di dover nuovamente limitarsi a salvare il salvabile quando, ad oggi, sul tavolo ci sono ancora diverse questioni rilevanti che riguardano proprio i poliziotti, i carabinieri o i militari, questioni che sono tralasciate e volutamente ignorate.

Mi riferisco alla revisione dello strumento militare previsto dal D.Lgs 244/12 cd legge Di Paola che parte dal 2016, al sistema previdenziale, al rinnovo del contratto economico, al ventilato, promesso, garantito riordino delle carriere, questioni importanti che non sono state ancora affrontate in modo concreto e risolutivo in nessun ambito ne tecnico, ne rappresentativo ne legislativo.

 

Si è svolto nel pomeriggio del 16 settembre 2015 presso la Sala Diaz di Palazzo Esercito in Roma l’incontro tra lo Stato Maggiore della Difesa (SMD) ed il COCER in merito ai criteri di attribuzione del “Fondo Efficienza Servizi Istituzionali” (FESI) relativamente all’anno 2015.
Preso atto che i criteri di ripartizione del FESI, che penalizzano i sergenti, sono rimasti immutati rispetto al passato e della totale chiusura dello Stato Maggiore a possibili modifiche nonché della mancata ottemperanza degli impegni assunti in precedenza dal medesimo SMD, i rappresentanti nazionali dei sergenti di Esercito, Marina e Aeronautica per coerenza e serietà hanno all’unanimità abbandonato il tavolo delle trattative chiedendo di conferire col Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Claudio Graziano, per una rapida soluzione della controversia che perdura ormai da troppi anni.

Lo dichiarano i delegati del COCER Alfio Messina, Antonsergio Belfiori, Gennaro Galantuomo, Domenico Bilello, Franco Saccone e Vito Alo’.

Con messaggio n. 5626 del 9 settembre 2015 l’INPS comunica di aver reso disponibile la nuova procedura per la presentazione telematica della domanda di congedo parentale, riferita ai periodi tra gli 8 ed i 12 anni di vita del bambino oppure tra gli 8 ed i 12 anni dall’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato.

A decorrere dal 14 settembre 2015 potranno essere accettate solo le domande trasmesse in via telematica.

L’autrice affronta la nuova figura del medico militare introdotta all’articolo 77 del Codice di Deontologia Medica del 2014 nonché i limiti alla sperimentazione sui soldati introdotti dall’articolo 76 del medesimo Codice.La figura che è scaturita dall’articolo 77 del Codice di Deontologia Medica è quella di un medico militare che non può avere doveri diversi rispetto al medico civile. Da ciò discende che il medico militare deve svolgere la propria professione al fine di tutelare la salute fisica e psichica del malato, nel rispetto della volontà e delle convinzioni di quest’ultimo. Non potrà, quindi, porre in essere procedure diagnostiche, terapeutiche o sperimentali contro la volontà del soldato paziente, rispettandone l’autonomia. I limiti alla sperimentazione sui soldati 

L’art. 15 della legge riguardante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” novella l'articolo 1393 del Codice dell'ordinamento militare (decreto legislativo n. 66 del 2010) che attualmente disciplina i rapporti tra procedimenti disciplinari e procedimenti penali riguardanti il personale militare.

Il testo prevede l'estensione al personale militare della normativa del procedimento disciplinare avente ad oggetto fatti per i quali sta procedendo l’autorità giudiziaria; il procedimento deve essere avviato, proseguito e concluso anche in pendenza di un procedimento penale.

La gazzetta Ufficiale pubblica il decreto del Presidente del Consiglio sull'adeguamento triennale stipendi e indennita' del personale di magistratura ed equiparati.. Le misure degli stipendi  e dell'indennita' integrativa speciale in vigore alla data del 1° gennaio 2012 sono incrementate dello 0,01 per cento con decorrenza 1° gennaio 2015, con conseguente conguaglio, con la medesima decorrenza 1° gennaio 2015, degli acconti corrisposti negli anni 2013 e 2014. 

In favore dei figli o orfani ed equiparati dei dipendenti della pubblica amministrazione, dei pensionati della pubblica amministrazione per il conseguimento del titolo di studio relativo al ciclo scolastico della scuola secondaria di primo e di secondo grado e  per la promozione alle classi successive nella scuola secondaria di secondo grado. Le domande entro il 30 settembre 2015.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 203 del 2 settembre 2015 è stato pubblicato il Decreto Ministro Difesa del 24 luglio 2015, registrato alla Corte dei Conti il 12 agosto 2015 al foglio 1664, riguardante il Piano annuale di gestione  del patrimonio abitativo della Difesa, che riportiamo in allegato. Commento ed analisi di CASADIRITTO.

Pagine