Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Archivio Mensile delle news

Le  varie forme di assistenza per il personale del Corpo attuate dal F.A.F. costituiscono l’essenza che tiene in vita il fondo ed insieme alla corresponsione al personale che lascia il servizio attivo,  di una piccola liquidazione, uguale per tutti, a prescindere dal grado, costituisce il core business dell’Ente.

La norma che, per il 2012 e 2013, ha stabilito, "in considerazione della contingente situazione finanziaria", che sui trattamenti pensionistici di importo superiore a tre volte il minimo Inps scattasse il blocco della perequazione, ossia il meccanismo che adegua le pensione al costo della vita, è incostituzionale. Lo ha deciso la Corte Costituzionale, "bocciando" l'art. 24 del decreto legge 201/2011.

Come è noto Il Consiglio supremo di Difesa ha approvato lo scorso 21 aprile un nuovo documento di politica militare per i prossimi 15 anni. Pubblichiamo il testo.

Biglietti a prezzo ridotto per i rappresentanti delle forze dell’ordine che vorranno visitare l’Expo di Milano: è questo il contenuto della mozione approvata il 14 aprile dal Consiglio regionale, su proposta del Consigliere regionale Fabio Altitonante (FI).

 

A partire dalla rata delle pensioni di agosto 2015, l’INPS effettuerà il recupero degli importi indebitamente corrisposti a pensionati pubblici nel corso del 2013. A renderlo noto è lo stesso Istituto con il Messaggio n. 2821/2015, in conseguenza alle verifiche effettuate nei confronti dei pensionati della Gestione dipendenti pubblici titolari di prestazioni collegate al reddito, delle situazioni reddituali influenti sulla misura delle prestazioni con l’acquisizione dall’Amministrazione Finanziaria dei cosiddetti redditi influenti.

Estendere le categorie protette per il reclutamento nelle forze armate ai coniugi, ai figli e ai fratelli superstiti del personale militare caduto in missione o rimasto invalido, anche se non sono unici superstiti. 

È quanto prevede un emendamento di Per l'Italia - a prima firmaFederico Fautilli - approvato dalle commissioni congiunte Esteri e Difesa della Camera alla proposta di legge quadro sulla disciplina delle missioni internazionali.

In un documento, il Cocer Finanza chiede il pieno riconoscimento dei diritti sindacali rilevando la specificità delle funzioni svolte dal Corpo e sottolineando come sia  ormai ineludibile l'applicazone dei principi confermati anche dalle recenti  sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo. 

Una bizzarra vicenda è giunta all'attenzione del Consiglio di Stato, il quale ha dovuto esaminare la richiesta di accesso presentata da un ufficiale dell'esercito, diretta ad ottenere copia dei documenti relativi ad una procedura concorsuale svoltasi quarant'anni fa.
 
Nel 2012 l'ufficiale presentava tale istanza all'Accademia Militare, motivandola con riferimento alla necessità di tutela di propri interessi in sede di ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Per l'ufficiale i documenti consegnati dall'Accademia non erano sufficienti ed iniziava così, senza successo, un'escalation giudiziale che vedeva dapprima investita della vicenda la Commissione per l'Accesso ai Documenti Amministrativi, poi il TAR ed ora il Consiglio di Stato.

(askanews) - Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, il Ministro della Difesa Roberta Pinotti e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, hanno sottoscritto - al Foro Italico - un accordo quadro e due protocolli d'intesa chiamati a rinnovare e a potenziare la collaborazione tra lo sport italiano e il Dicastero fino al 31 dicembre 2017.

Il requisito obbligatorio per l’esercizio della professione sanitaria infermieristica nel SSN e in regime libero professionale, sia in Italia che nei Paesi UE che è l’iscrizione alla FNC IPASVI (Ministero salute) di cui gli infermieri militari sono sprovvisti.

Nell'Italia che si affanna per trovare le risorse per la spending review, con gli addetti ai lavori alla ricerca di nuovi serbatoi dai quali attingere l'ossigeno necessario ad alimentare le politiche economiche del governo o quantomeno a disinnescare i rischi di aumenti delle imposte, ci sono forse dei piccoli segnali di cambio di passo da cogliere. Ne è un esempio la gara indetta da Consip, la 'centrale acquisti' del Paese che dovrebbe vedere crescere il suo peso nell'ottica di ottenere risparmi quando le amministrazioni comprano beni o servizi, per il "motore digitale" dell'amministrazione. Un bando che pesa per ben 700 milioni di euro, diviso in quattro lotti. Una cifra importante, anche perché riguarda un quinto del mercato della Pubblica amministrazione nei sistemi informativi gestionali e della gestione dei procedimenti amministrativi.

Le cure termali INPS 2015 calendario e elenco strutture convenzionate ASL, riguardano la prestazione che l'Istituto riconosce a pensionati e lavoratori per il trattamento e la prevenzione di malattie respiratorie e alcune forme di artrosi.

Le cure termali INPS spettano pertanto agli aventi diritto che presentano domanda di concessione e autorizzazione all'INPS con allegato il certificato medico SSN attestante la necessità del paziente ad effettuare un certo numero di cicli di cure balneo-termali.

 
Il  vice Ministro dell’Interno, Filippo Bubbico, ha risposto a due interrogazioni sull'applicazione alle vittime del dovere dei benefici previsti per le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata presentate dal Sen. Aldo Di Biagio su diretta istanza dell’Associazione Vittime del Dovere.
Le due interrogazioni vertevano sulla quantificazione degli oneri derivanti dall'estensione alle vittime del dovere e loro equiparati delle provvidenze previste a favore delle vittime del terrorismo e sulla ripresa dei lavori del tavolo tecnico e l’opportunità di definire un testo unico in materia di vittime del terrorismo, della criminalità organizzata e del dovere, con lo scopo di dare organicità alla normativa vigente in materia.

Il Tar Lazio ha accolto il ricorso proposto dalla CGIL, annullando  la Circolare n. 2 adottata dal Dipartimento della Funzione Pubblica presso la Presidenza del Consiglio in data 17.02.2014.

Con tale provvedimento la Funzione Pubblica, a seguito dell’entrata in vigore del Decreto Pubblico Impiego (d.lgs 101/2013 che ha modificato il dlgs. 165/2001),  precisava circa l’assenza del lavoratore per malattia che  “…per l’effettuazione di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici il dipendente deve fruire dei permessi per documentati motivi personali, secondo la disciplina dei CCNL, o di istituti contrattuali similari o alternativi (come i permessi brevi o la banca delle ore)…”; a tale osservazione seguivano poi ulteriori indicazioni in merito alle modalità di compilazione dell’attestazione in questione.

Il sindacato contestava che con riferimento al comparto scuola, in base all’impugnata circolare il relativo personale sarebbe stato costretto a utilizzare i tre giorni annui di permessi personali o, per patologie gravi con terapie e trattamenti lunghi, a chiedere giorni di ferie.

 

Ai sensi dell’art. 306 comma 2 del Testo Unico dell’Ordinamento Militare (TUOM) – Decreto Legislativo n. 66 del 15 marzo 2010, è in corso di trasmissione  presso le competenti Commissioni Difesa Camera e Senato per i rispettivi pareri, lo schema di Decreto Annuale Ministro della Difesa riguardante la Gestione del Patrimonio  di abitazione . Per anni questo Decreto ha rappresentato  la conferma della assoluta legittimità della posizione degli utenti con la concessione scaduta e una speranza per le famiglie di poter rientrare con variazioni di reddito, nelle condizioni previste di tutela. Tutto questo era entrato  quasi come un atto  di normalità. Se non che…

Pagine