Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Finanzieri con un’anzianità contributiva utile compresa tra 15 e 18 anni al 31.12.1995. Tutte le sezioni di appello della Corte dei conti hanno riconosciuto l’aliquota di rendimento del 2,445% annuo ai fini del calcolo della quota di pensione retributiva (quote “A” e “B”). Pertanto, tale soluzione ha assunto i connotati di “diritto vivente”. Sulla base di tale assunto, l’INPS deve adeguarsi e procedere al ricalcolo delle pensioni già erogate ed al calcolo delle pensioni da liquidare con l’applicazione dell’aliquota del 2,445% annuo e non può più continuare, in maniera strumentale ed arrogante ad insistere sulle proprie posizioni, anche al fine di evitare condanne alle spese di giudizio che appaiano certe in caso di nuovo ulteriore contenzioso.

Il testo della circolare  ha lo scopo di aggiornare, le disposizioni in materia di cessazioni dal servizio permanente. Il compendio si applica a tutte le categorie del personale militare in servizio permanente, fatta eccezione per gli Appuntati e i Carabinieri i cui procedimenti di cessazione sono di diretta competenza del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. I Graduati non sono al momento interessati alle cessazioni dal servizio permanente che comportano l’accesso alla pensione di vecchiaia o di anzianità, tenuto conto che gli stessi non possono ancora essere in possesso dei requisiti richiesti dalla vigente normativa in materia.

Dal 15 aprile "è sospesa momentaneamente la vaccinazione con AstraZeneca,  per i militari e le forze dell'ordine in Italia "fino a nuova disposizione". E' quanto prevede una comunicazione interna che l'Adnkronos ha avuto modo di visionare.

 Può chiedere il bonus anche il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico.

Giancarlo Capaldo, ex procuratore aggiunto a Roma e responsabile del pool antiterrorismo, riflette sull’opportunità di mantenere la giustizia militare in tempo di pace, davanti al rischio di conflitti di giurisdizione

Pubblicata in  Gazzetta Ufficiale la Legge Delega contenente la riforma dei sostegni alle famiglie con figli e che reca l’introduzione dell’assegno unico universale per tutte le famiglie con figli a carico. Il provvedimento entrerà ufficialmente in vigore il 21 aprile e da quel momento il Governo avrà 12 mesi di tempo per l'adozione dei decreti legislativi attuativi (più, eventuali altri 12 mesi per l'adozione di ulteriori decreti correttivi ed integrativi). 

 

Pubblicato il Bando del Concorso per il reclutamento di 4.000 VFP1 nell’Esercito  per il 2021, suddiviso in due blocchi di incorporamento.

Lo prevede il D.M. 12 marzo 2021 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 80 del 2 aprile 2021. Servono  due tipi di certificati.  Uno deve contenere la diagnosi che la prognosi all'organo sanitario competente della Guardia di finanza, l'altro la sola prognosi.

La Corte Costituzionale, con la sentenza del 3 marzo 2021, n. 38, ha ritenuto fondata la questione di legittimità sollevata nei confronti dell’articolo 68, comma 3 del d.P.R. n. 3/1957, nella parte in cui non esclude dal computo dei diciotto mesi di assenza per malattia i giorni di ricovero ospedaliero o di day hospital e quelli di assenza dovuti alle conseguenze delle cure, qualora un lavoratore sia affetto da gravi patologie che richiedano terapie invalidanti, in via temporanea o parziale.

 37.450 borse di studio estive a favore dei figli dei dipendenti pubblici.  È possibile inviare la relativa richiesta entro le ore 12 del 13 aprile prossimo.

A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, quest’anno sono previsti anche campi per studenti delle scuole superiori in Italia, denominati “Vacanze Tematiche“, da svolgersi parimenti in lingua straniera o dedicati a corsi di specializzazione. A tali corsi possono aderire sia coloro che si aggiudicheranno la borsa del 2021, sia i vincitori dell’anno scorso. L’INPS pubblicherà le graduatorie il 30 aprile 2021.

Con riferimento all’articolo apparso sul Messaggero dal titolo “Statali, lavoro agile solo al 30% e maggiori controlli sui furbetti” in cui si parla di una proposta per ridurre al 30% i dipendenti pubblici in lavoro agile che sarebbe «sul tavolo della trattativa per il rinnovo del contratto», il Presidente dell'Aran ( Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni)  Antonio Naddeo, ha precisato  la notizia è destituita di ogni fondamento.

A 20 anni dalla legge sui patronati, con milioni di diritti acquisiti dai cittadini grazie al loro intervento, i patronati sollecitano il supporto delle istituzioni. Fondamentale il loro ruolo in questa emergenza pandemica. Permettere ai cittadini di usufruire di centinaia di misure - dalla disoccupazione ai bonus Covid,
dagli assegni familiari alla pensione, passando per centinaia di altri strumenti previdenziali e socioassistenziali
– è e resta la mission dei patronati, veri promotori di coesione sociale

Con circolare n. 42 dello scorso 11 marzo1, l'Inps ha fornito alcuni chiarimenti circa la proroga del congedo obbligatorio e di quello facoltativo, per l'anno 2021, dei padri lavoratori dipendenti, recependo le novità introdotte dalla legge di bilancio 20212.

Quest'ultima, infatti, ha previsto una serie di misure in favore della famiglia ed in particolare, all'articolo 1, comma 363, lett. a), ha statuito che la misura sperimentale del congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti, debba applicarsi anche alle nascite, alle adozioni e agli affidamenti che si realizzano dal primo gennaio al trentuno dicembre 2021

CHIARIMENTI relativi alla Circolare "autorizzazione a fregiarsi di onorificenze non nazionali" - 2021. L’autorizzazione non è concessa nel caso di mera partecipazione ad attività, missioni o operazioni.

Il disegno di legge in discussione al Senato è accompagnato da una serie di emendamenti che di fatto sterilizzano l’azione sindacale in ogni sua forma, addirittura indietreggiando rispetto all’attuale sistema della rappresentanza militare. Isola, inoltre, sempre più il mondo militare dalla società civile. Il contrario di ciò che avviene in politica, sempre di più intrisa di greche e stellette.

Pagine