Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

In materia di Tfr, l'onnicomprensività di tutti gli emolumenti ai fini del calcolo dell'indennità di buonuscita (ai sensi degli articoli 2120 e 2121 codice civile) viene in rilievo, nel settore del pubblico impiego, soltanto in via sussidiaria, nei limiti in cui la materia non sia diversamente regolata da norme speciali. Così ilConsiglio di Stato sezione IV

L'Arma deiCarabinieri, con una nota del 7 aprile scorso,  ha informato il personale che, a seguito della registrazione da parte della Corte dei Conti del decreto che trasferisce alle amministrazioni del Comparto Difesa e Sicurezza delle risorse necessarie, nel corrente mese di aprile verrà corrisposto il Bonus  di 80 euro comprensivo degli arretrati  a decorrere da gennaio 2017.

Per i militari è arrivata una brutta sorpresa in busta paga. Un calice davvero amaro: non c’erano i compensi per due tipi di indennità relative allo scorso anno. Il ministero dell’Economia e delle finanze (Mef), guidato da Pier Carlo Padoan, non ha messo infatti a disposizione i fondi necessari a coprire le spese. Rinviando a data da destinarsi  le spettanze, fino a che non saranno reperite le coperture finanziarie.

La comunicazione – La sgradita novità era stata anticipata da una nota dello Stato maggiore della di Difesa che, attraverso il centro unico stipendiale risorse, ha riferito al personale interessato che “non si è potuto procedere al pagamento nel cedolino nel mese di marzo 2017”, ovviamente in merito a quanto maturato nel 2016. La comunicazione ufficiale si limita a specificare che il pagamento verrà disposto direttamente con il primo cedolino utile, appena sarà formalizzata la disponibilità di bilancio.

Alla vigilia dell'attacco militare Usa in Siria, gli scenari di crisi in Medioriente sono stati oggetto dell'analisi del Consiglio Supremo di Difesa, presieduto al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.È stato anche  fatto il punto sui lavori per l'attuazione del Libro Bianco della Difesa. Il Disegno di Legge per l'emanazione di alcuni provvedimenti prioritari e per la delega a successivi specifici dispositivi legislativi delle materie e degli argomenti di più complessa articolazione è attualmente all'esame della 4^ Commissione Difesa del Senato, in sede referente.

La Riforma Contenuta nella Legge di Bilancio non produce significative migliorie per gli appartenenti al comparto difesa e sicurezza.

Audizioni di rappresentanti del Comitato centrale di rappresentanza (COCER), in relazione all'Atto del Governo n. 396 (riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate)   >>GUARDA IL VIDEO 

L'autore cerca di di analizzare le diverse risposte che, a partire dal codice Rocco, il nostro ordinamento ha fornito a una domanda antica e decisiva: “A chi spetta l’ultima parola in caso di opposizione del segreto di Stato?”

Pubblichiamo , il “Quaderno elaborato da FLP DIFESA  recante il Decreto Legislativo 15.03.2010, n. 66 (“CODICE DELL’ORDINAMENTO MILITARE – C.O.M.”),  aggiornato sino alla Legge 27 febbraio 2017, n. 19, unitamente ai quattro allegati del Codice dell’Ordinamento Militare, consistenti nelle quattro tabelle relative alla diverse Armi,  e rispettivamente riferite a Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri.

Si sono svolte il 31 marzo presso le Commissioni riunite Affari costituzionali e Difesa, le audizioni nell’ambito dell’esame dello schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle forze di polizia (Atto n. 395). Sono Intervenuti: il  comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Tullio Del Sette; il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Santi Consolo; il  comandante generale della Guardia di finanza, Giorgio Toschi; rappresentanti del Co.Ce.R. Interforze;  rappresentanti di organizzazioni sindacali e di associazioni. Il Video completo 

La commissione Difesa ha iniziato a discutere sul disegno di legge presentato dal Ministro della difesa (PINOTTI) in merito alla "Riorganizzazione dei vertici del Ministero della difesa e delle relative strutture. Deleghe al Governo per la revisione del modello operativo delle Forze armate, per la rimodulazione del modello professionale e in materia di personale delle Forze armate, nonché per la riorganizzazione del sistema della formazione". Il provvedimento si incentra – ha detto il presidente della Commissine Latorre (Pd) – sul rafforzamento delle attribuzioni del capo di Stato Maggiore della Difesa, che diventa figura centrale in materia di pianificazione e impiego delle Forze Armate, della logistica, della formazione e del comando operativo dello strumento… 

2° Bando di reclutamento, per il 2017, di 6.000 volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nell'Esercito 

Concorsi, per esami, per l'ammissione di complessivi 270 giovani ai licei annessi alle Scuole Militari delle Forze Armate per l'anno scolastico 2017-2018.


Concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 2.030 VFP 4, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) in servizio, anche in rafferma annuale, o in congedo per fine ferma

Il Sindacato italiano lavoratori di Polizia Cgil ha presentato mercoledì 29 marzo alle commissioni preposte della Camera dei Deputati, la I e la IV, una articolata proposta di modifica dello schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle forze di polizia“

Il  28 marzo 2017, la  Presidente del Comitato di Verifica per le Cause di Servizio (CVCdS), Dott.ssa Fausta DI GRAZIA ha ricevuto i componenti il CAD (Coordinamento Amianto pro Comparto Difesa). Il CAD ha ribadito la necessità di intervenire  affinché la lacunosa legislazione vigente venga modificata in favore dell'affermazione dei diritti degli operatori della Difesa e Sicurezza Nazionale Vittime dell'Amianto e degli altri fattori nocivi.  In proposito il CAD ha ribadito la ferma contrarietà alla  ipotesi di passare all'INAIL la competenza della valutazione del danno subìto dal personale delle Forze Armate. "Se tale ipotesi dovesse concretizzarsi - afferma il Coordinamento - sarebbe un danno permanente per tutti i gli operatori della Difesa e Sicurezza Nazionale!Esempio lampante di inadeguatezza dell'INAIL è rinvenibile nelle negate certificazioni dell'esposizione ad Amianto nei confronti del personale militareimbarcato! 

Pagine