Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Sul  sito dell'Inail è stata pubblicata la modulistica necessaria per chiedere la prestazione una tantum in favore delle Vittime dell'Amianto ambientali e/o familiari (non professionali). Destinatari, sono utti i soggetti, che nel periodo 2015-2020 risultino affetti da mesotelioma contratto o per esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell’amianto o per esposizione ambientale avvenuta sul territorio nazionale. I malati di mesotelioma non professionale o i loro eredi che nel periodo 2015-2019 hanno beneficiato della prestazione assistenziale una tantum nella misura di 5.600 euro possono chiedere l’integrazione della prestazione fino alla concorrenza dell’importo di 10.000 euro.
L’istanza di integrazione deve essere presentata entro centoventi giorni dalla data del 1° marzo 2020, a pena di decadenza, utilizzando la modulistica allegata alla circolare che riportiamo in allegato. (Mod. 190/I – circolare n. 20/2020).

>> IL TESTO DELLA CIRCOLARE INAIL

 

 

Mod. 190

Allegato 1 alla circolare Inail n. 20 del 13 maggio 2020 – Istanza (Vittima) prestazione una tantum fondo vittime dell’amianto per mesotelioma di origine non professionale 

Mod. 190E

Allegato 2 alla circolare Inail n. 20 del 13 maggio 2020 - Istanza eredi prestazione una tantum fondo vittime dell’amianto per mesotelioma di origine non professionale 

 

Per quanti hanno già ricevuto la prestazione nella misura originaria di 5.600 euro è stato predisposto il modello 190I, unico per Vittime ed eredi.

 

Mod. 190I

Allegato 3 alla circolare Inail n. 20 del 13 maggio 2020 - Istanza di integrazione della prestazione una tantum fondo vittime dell’amianto per mesotelioma di origine non professionale

Argomento: 
Circolari