Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Più della metà degli italiani (53 per cento), il 47 per cento dei tedeschi, più di un terzo dei francesi (35 per cento) e un britannico su quattro (25 per cento) pensano che i loro Paesi non dovrebbero aumentare le spese per la difesa. È quanto emerge dal sondaggio effettuato dall'agenzia di informazione russa "Sputnik". I Paesi della Nato, tra cui Germania, Francia e Italia, hanno assunto l'impegno ad aumentare il bilancio della della Difesa verso la soglia del 2 per cento del loro pil nazionale.

 

Nel 2016, secondo le stime della Nato, la Germania ha destinato alla difesa solo l'1,19 per cento del Pil, la Francia l'1,78 per cento, il Regno Unito il 2,21 e l'Italia l'1,1. Secondo il sondaggio, la maggioranza dei britannici (54 per cento), il 44 per cento dei francesi, il 36 per cento dei tedeschi e meno di un italiano su tre si è detto favorevole a un aumento del bilancio della Difesa al 2 per cento del Pil. (Agenzia Nova​)

Argomento: 
Attualità e Politica