Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Migliaia di agenti della Polizia Nazionale e della Guardia Civil sono scesi in piazza a Madrid in una massiccia manifestazione contro la “discriminazione storica”: il divario del lavoro con il resto della polizia regionale. Una differenza di manodopera che è calcolata in un lordo di mille euro al mese nel caso dei Mossos d’Esquadra e che è stata più evidente a causa della crisi catalana .

Dalla delegazione del governo a Madrid è stato sottolineato che la manifestazione richiesta per la difesa dell’unificazione dei salari delle forze di sicurezza dello Stato e degli organismi con la polizia autonoma ha assistito più di 30.000 persone , mentre gli organizzatori stimato a più di 100.000 persone quelli che hanno sostenuto la protesta, in cui non hanno smesso di cantare “Equalizzazione già!”.

Nel discorso di chiusura, la moglie di una guardia civile, che ha preso la parola per evitare che il marito potesse essere punito nel parlare in pubblico, ha avuto un ricordo per gli agenti sfollati Catalogna , che ha causato una delle ovazioni più importanti al mattino

Natan Espinosa , presidente dell’Associazione di convocazione, Jusapol , ha difeso che l’unificazione salariale deve essere già approvata e che ci saranno tanti atti di protesta quanti sono necessari per raggiungere questo obiettivo. Ha sottolineato che esiste un deficit democratico e che è un diritto storico per i membri delle forze e degli organismi di sicurezza dello Stato sia della polizia che della guardia civile.

Il raduno di questo sabato è stato convocato da Jusapol, una giovane associazione che integra le guardie nazionali e la polizia, ed è distaccata dall’AUGC , la maggioranza tra le guardie civili e l’ Unione degli ufficiali (UO).

Hanno partecipato anche rappresentanti politici come Begoña Villacís e Miguel Gutiérrez , di Ciudadanos , un partito che ha condizionato il sostegno della loro formazione per l’approvazione di questo confronto salariale; Beatriz Becerra , ex membro di UPyD , Juan Antonio Delgado , di Podemos e membri di Vox , nonché rappresentanti dei principali sindacati di polizia.

Fonte elmundo.es Articolo di Fernando Lazaro