Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Alla luce delle ultime notizie giunte dal Libano, dove uno scontro a fuoco tra Hezbollah e l'esercito israeliano avrebbe provocato tre vittime, tra cui un casco blu spagnolo impegnato nella missione Unifil, chiediamo al governo italiano che avvii in tempi rapidissimi una forte azione diplomatica nei confronti dei due Paesi coinvolti nel conflitto anche convocando i rispettivi ambasciatori di Beirut e Tel Aviv alla Farnesina e avanzando un pressing nei confronti dell'Ue e del segretariato generale delle Nazioni Unite affinché emerga una risposta corale della comunità internazionale.

Lo dichiarano i deputati M5S della Commissione Difesa, esprimendo preoccupazione per i militari italiani impegnati in Libano e ricordando come il comando della missione Unifil sia sotto il comando italiano del generale Portolano.

Chiediamo inoltre che l'esecutivo venga a riferire quanto prima sugli sviluppi della situazione intorno alla blue line in Libano. Occorre fermare subito la spirale attacco/rappresaglia e far capire a israeliani e libanesi che non possono essere tollerate ulteriori vittime delle Nazioni Unite

Argomento: 
Difesa