Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

L’INPS comunica che dal 5 settembre 2016 emetterà note di debito per il recupero delle quote anticipate e non ancora richieste riferite ai benefici calcolati sulle pensioni per gli ex combattenti dipendenti dello Stato e degli altri enti pubblici. Il pagamento è in unica soluzione, ma è possibile optare per la rateazione su richiesta da effettuarsi nel termine di 90 giorni dall’avvenuta ricezione della comunicazione.

 
L’INPS, con il messaggio n. 3287 del 3 agosto 2016, comunica che, a decorrere dal 5 settembre 2016, procederà al recupero delle quote - anticipate e non ancora richieste - riferite ai benefici calcolati su pensioni liquidate e/o riliquidate a decorrere dal 2009, concessi ai sensi della L. 336/70 (maggiorazione della pensione per gli ex combattenti dipendenti dello Stato e degli altri enti pubblici) e per miglioramenti contrattuali.
Le note di debito, nella fase di avvio finalizzata al recupero dell’arretrato, contengono un valore capitale che costituisce il saldo tra la liquidazione e la riliquidazione
L’INPS fa presente che per l’estinzione del debito è richiesto il pagamento in unica soluzione, ma è possibile optare per il pagamento in forma rateale su richiesta nel termine di 90 giorni dall’avvenuta ricezione della comunicazione. La mancata richiesta equivale a rinuncia alla facoltà di estinguere ratealmente il debito e comportando automaticamente il recupero in un'unica soluzione dell'importo dovuto.Per le somme complessive addebitate inferiori a € 250,00, è previsto il solo pagamento in un'unica soluzione.Le note di debito.
 
Argomento: 
Approfondimenti