Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Con una recente Circolare l’INPS ha annunciato che dal  4 maggio si potranno inviare le domande del Bonus mamma domani, ovvero le domande per ricevere il premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore.

Il bonus mamma o premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore, è una misura introdotta per il 2017 e fa parte delle misure introdotte nella legge di bilancio 2017 a favore delle famiglie e delle natalità.

Da premettere che questo premio di 800 euro non va confuso con il bonus bebè, in quanto si tratta di un nuovo aiuto alla famiglia introdotto solo nel 2017.

Inoltre a differenza del bonus bebè, il bonus mamma domani 2017 di 800 euro, viene erogato a richiesta del genitore in un’unica soluzione e senza tener conto dei limiti di reddito ISEE imposti per il bonus bebè.

Si tratta quindi di un contributo una tantum di 800 euro che l’INPS eroga alla futura mamma, per il sostenimento delle spese legate alla gravidanza o alle spese di adozione.

L’INPS aveva già rilasciato le circolari n. 39 del 27/02/2017 e n. 61 del 16/03/2017 con le quali impartiva le prime indicazioni sul premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore, così come previsto dalla Legge di Stabilità 2017, che stabilisce testualmente:

 

A decorrere dal 1º gennaio 2017 è riconosciuto un premio alla nascita o all’adozione di minore dell’importo di 800 euro. Il premio, che non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’articolo 8 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, è corrisposto dall’INPS in unica soluzione, su domanda della futura madre, al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione.

 

Bonus Mamma Domani, quando inviare la domanda

A partire dal 4 maggio 2017 sarà messa in funzione la nuova procedura di acquisizione delle domande, le quali dovranno essere trasmesse esclusivamente in via telematica.

Per quanto non espressamente indicato nella  circolare si rinvia alle istruzioni contenute nelle citate circolari n. 39/2017 e n. 61/2017.

Premio di 800 euro nascita o adozione di minore, a chi spetta

Il premio di 800 euro è corrisposto direttamente dall’INPS previa domanda dell’interessato, ovvero della donna gestante o della madre del minore.

L’INPS accertato il diritto provvede al pagamento dell’importo di 800 euro per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato.

Nella domanda si dovrà specificare l’evento per il quale si richiede il beneficio e precisamente:

compimento del 7° mese di gravidanza (inizio dell’8° mese di gravidanza);
nascita (anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza);
adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

Ovviamente la domanda potrà essere presentata una sola volta per ogni figlio, ovvero se è stata presentata al settimo mese di gravidanza, non potrà e non dovrà essere ripresentata anche alla nascita

Come inviare la domanda

Come detto sopra, la domanda può essere presentata solo telematicamente mediante uno dei seguenti canali attivi:

- WEB, dall’area riservata del cittadino tramite PIN dispositivo www.inps.it > Servizi on line> servizi per il cittadino> autenticazione con il PIN dispositivo> domanda di prestazioni a sostegno del reddito> premio alla nascita;
- Contact Center Integrato, al numero verde 803.164 gratuito da rete fissa o al numero 06 164.164 da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante;
- Patronato, attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Nella circolare, si può trovare anche l’elenco dei documenti necessari da allegare alla domanda telematica.

Il bonus potrà essere erogato con pagamento presso gli uffici postali, oppure con accredito diretto in conto corrente, in questo caso andrà indicato l’IBAN e alla domanda dovrà essere allegato il modello SR163 debitamente compilato e validato dalla propria banca.

 

Per agevolare la compilazione della domanda on line, l’INPS rilascerà nei prossimi giorni, direttamente sul proprio sito, un fac-simile del modulo di domanda Bonus Mamma Domani, che comunque in nessun caso potrà essere usato per presentare la domanda cartacea agli sportelli dell’INPS.



Fonte: https://www.lavoroediritti.com
 

Argomento: 
Circolari Inps-Inpdap