Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

""Non siamo noi ( sine titulo) - afferma il Comitato in una nota inviata - mettere in crisi il sistema alloggi di Servizio. Anzi...". Casadiritto lancia un appello per  mettere fine a questa “ guerra tra poveri “ anche perché, come noto, la vincono di solito “ i ricchi “ e  per  trovare un punto convergente di caduta condiviso, che tuteli la dignità di tanti cittadini e le esigenze dell’Amministrazione.

La lettera di Casadritto

 

 

Gentile Signora Ministro, abbiamo assoluto bisogno di parlare con Lei. Per tanti motivi, ma uno soprattutto: spiegarle chi siamo.

Le rinnoviamo questa richiesta a nome di circa 4.000 famiglie, utenti degli alloggi della Difesa in condizioni del tutto particolari. Ci definiscono “ sine titulo “ e questo è vero, quando si vuole affermare che il titolo originario di concessione è scaduto, ma non per questo siamo senza diritti come è stabilito e richiamato da Leggi dello Stato, Decreti e C.O.M. che ne stabiliscono i limiti e le condizioni fissando anche i nostri doveri, ai quali abbiamo sempre corrisposto.

Siamo stati sempre in regola con Registro, dichiarazioni sostitutive e pagamento dei canoni, anche quando facendo ricorso a meccanismi del tutto irragionevoli, si è fatto del tutto per renderli insostenibili ai nostri redditi, in molti casi ( per pensioni anche d’annata, vedove e inabili con 104 art. 3 comma 3, decisamente modesti.

Come noto, molti di noi, ormai e purtroppo sono stati costretti a lasciare l’alloggio, specialmente nelle grandi città, quando il canone è risultato addirittura superiore al reddito. Tale drammatica evenienza ha fatto si che in pochi anni gli alloggi vuoti hanno ormai superato le 5.000 unità su un totale di 16.000 alloggi. Abbiamo sollecitato un incontro con Lei con migliaia di lettere/fax e anche attraverso On.li Parlamentari. Torniamo a farlo con questa lettera.

Signora Ministro, ci permetta di incontrarla e vedrà che non siamo noi ( sine titulo) a mettere in crisi il sistema alloggi di Servizio. Anzi.

Ci aiuti a mettere fine a questa “ guerra tra poveri “ anche perché, come noto, la vincono di solito “ i ricchi “ e a trovare un punto convergente di caduta condiviso, che tuteli la dignità di tanti cittadini e le esigenze dell’Amministrazione.

Signora Ministro, aspettiamo con fiducia una risposta. Non ci deluda.

Cordiali saluti

Il Coordinatore Casadiritto

Sergio Boncioli

Argomento: 
Alloggi di servizio