Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

L’Istituto previdenziale ha spiegato che a partire dal 1° Gennaio 2019 ci sarà un incremento dell’età pensionabile visto l’aumento delle aspettative di vita rilevato dall’Istat.

Ecco i nuovo requisiti che a partire dal 2019 dovranno essere rispettati per uscire anticipatamente dal mondo del lavoro:

- pensione di vecchiaia: da 66 anni a 7 mesi a 67 anni per tutti. L’anzianità contributiva richiesta sarà sempre pari a 20 anni;

- pensione di vecchiaia contributiva: da 70 anni e 7 mesi a 71 anni di età. L’anzianità contributiva sarà sempre di 5 anni;

- pensione anticipata contributiva: da 63 anni e 7 mesi di età a 64 anni. L’anzianità contributiva resta pari a 20 anni;

- pensione anticipata uomini: da 42 anni e 10 mesi a 43 anni e 3 mesi;

- pensione anticipata donne: da 41 anni e 10 mesi si passerà a 42 anni e 3 mesi;

- pensione anticipata lavoratori precoci (Quota 41) passa da 41 anni a 41 anni e 5 mesi di anzianità contributiva.

Argomento: 
Circolari Inps-Inpdap