Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

L'INPS ha diramato le prime istruzioni operative in ordine all'aplicazione delle novità introdotte dai commi 707 e 708 della Legge 190/2014 (finanziaria 2015) in ordine al calcolo del trattamento pensionistico dei lavoratori c.d. "ex retributivi".

In sostanza L'Istituto di Previdenza conferma la posizione già emersa con la circolare 74 del 2015 ed i successivi messaggi e quindi la procedura che prevede per tutti i lavoratori ex retributivi, a far data dal 01 gennaio 2015, un doppio calcolo per il trattamento pensionistico: 1) con il sistema previsto dalla legge Fornero(retributivo sino al 31.12.2011 e contributivo poi); 2) con il sistema corretto dalla Legge 190/2014 (retributivo sino alla maturazione del diritto all'assegno di pensione compresa la finestra mobile e niente contributivo). Una volta fatti i conti si procede all'applizazione del meno favorevole, con effetto retroattivo dal gennaio 2015.

Per il momento, e sottolineo "per il momento", è ancora escluso il comparto militare (si intende tutto il comparto sicurezza compreso le polizie civili??!!). Una situazione di stallo che andrebbe presto risolta, atteso che l'applicazione del doppio calcolo al personale del comparto sicurezza e difesa produce una decurtazione dei trattamenti pensionistici già liquidati con il sistema "Fornero" per importi molto sensibili, per effetto dell'eventuale taglio della quota "C" e del c.d. "moltiplicatore X5".

In buona sostanza, molti colleghi andati in congedo tra il 2012 ed il 2015 ai quali è stato applicato il favorevole sistema Fornero (Retributivo + quota C + moltiplicatore), potrebbero presto vedere il loro trattamento pensionistico decurtato di qualche centinaio di euro a decorrere da gennaio 2015 e quindi dover restituire anche gli eventuali arretrati.

Senza contare che sarebbe necessario fornire istruzioni precise anche con riferimento all'applicazione dei commi 707 e 708 in ordine alla c.d. "ausiliaria".

Gianluca Taccalozzi - Delegato Co.Ce.R. - Guardia di Finanza.

 

Argomento: 
Attualità e Politica