Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Spese sanitarie nel modello 730 precompilato anche per i militari: la novità è contenuta nel decreto MEF pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 2019. Anche le strutture sanitarie militari dovranno trasmettere i dati al Sistema Tessera Sanitaria.

Anche le strutture sanitarie militari dovranno trasmettere i dati al Sistema Tessera Sanitaria ai fini della predisposizione del modello 730 precompilatoLa novità è contenuta nel Decreto MEF datato 22 marzo 2019 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 2019. Anche i militari troveranno nella dichiarazione dei redditi precompilata i dati delle spese sostenute, che sarà possibile portare in detrazione fiscale. Il nuovo obbligo, avviato ormai a pochi giorni dalla data di pubblicazione del modello 730 precompilato 2019, sarà operativa a tutti gli effetti dal prossimo anno. I dati da trasmettere saranno infatti quelli relativi alle spese medichesostenute presso strutture sanitarie militari a partire dal 1° gennaio 2019. Semplificazione che produrrà quindi effetti a partire dalla dichiarazione dei redditi precompilata 2020.

Spese sanitarie nel 730 precompilato anche per i militari - Ulteriori soggetti saranno tenuti a trasmettere al Sistema TS i dati delle spese sanitarie sostenute ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata da parte dell’Agenzia delle Entrate. Si tratta come anticipato delle strutture sanitarie che erogano prestazioni ai militari e che, ai fini della detrazione irpef del 19% delle spese mediche sostenute dai propri assistiti, dovranno inviare i dati delle spese sostenute dal 1° gennaio 2019La novità prevista dal Decreto MEF del 22 marzo 2019 produrrà effetti a partire dalla dichiarazione dei redditi da presentare nell’anno 2020, relativa per l’appunto all’anno d’imposta 2019. Non vi saranno modifiche in corsa, tenuto conto che l’avvio del  730 precompilato 2019 è ormai alle porte

Sarà infatti dal 15 aprile 2019 che sarà messo a disposizione il modello di dichiarazione dei redditi precompilato da parte dell’Agenzia delle Entrate sulla base dei dati a propria disposizione. Un anno senza novità per i militari, che dovranno compilare manualmente i dati delle spese sanitarie sostenute nel corso del 2018 presso strutture sanitarie rimaste fuori dal perimetro del sistema TS.

Modello 730 precompilato sempre più completo. Le regole d’invio in mano alle Entrate

Sarà l’Agenzia delle Entrate a dover disporre le specifiche tecniche, le scadenze e le modalità operative per la trasmissione da parte delle strutture sanitarie militari dei dati delle spese mediche sostenute dal 1° gennaio 2019. Nelle mani delle Entrate - previo parere dell’Autorità Garante per la privacy - sono anche le modalità tecniche di utilizzo dei dati trasmessi e le regole per la predisposizione del modello 730 di dichiarazione dei redditi precompilata. Verosimilmente, sarà estesa la disciplina attualmente prevista per la generalità delle spese mediche anche a quelle sostenute dai militari. Sarà quindi possibile dichiarare la propria opposizione all’inserimento delle spese mediche nel modello 730 precompilato 2019, così come in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi sarà possibile modificare ed integrare i dati precompilati dall’Agenzia delle Entrate.

Per ulteriori dettagli si riporta in allegato il testo del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 2019:

Argomento: 
Approfondimenti