Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

In attesa delle modifiche alla  Legge di Bilancio 2018, l’ARAN, l’Agenzia di Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni, ha intanto presentato la prima bozza di contratto  per gli Enti centrali della pubblica amministrazione. Tra le novità contenute nel testo troviamo anche i permessi relativi alla lege 104 che, secondo la proposta dell’ARAN, andranno programmati mensilmente e, in casi eccezionali, richiesti 24 ore prima, ma mai dopo l’inizio dell’orario di lavoro. A questi si potrebbero aggiungere anche i permessi a ore. Ma sulla  proposta unilaterale del Governo di destinare 85€ lordi medi mensili a tutto il pubblico impiego, compreso il personale militare del Comparto Difesa, il Cocer Difesa si è espresso negativamente chiedendo che  le risorse allocate  vengano corrisposte in misura omogenea su un emolumento avente carattere fisso e continuativo. Il Cocer ha inoltre chiesto un incontro urgente con il Ministro della Difesa in quanto non è previsto che la rappresentanza militare venga convocata dall'Aran.

Ricordiamo che la bozza del contratto che riportiamo in allegato, riguarda gli uffici centrali del Pubblico Impiego ovvero ministeri, enti pubblici non economici e agenzie fiscali, che farà da apripista per tutti gli altri comparti.

 

Allegato: