Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

CASADIRITTO chiede un incontro al Ministro della Difesa per esporre le  preoccupazioni degli utenti e proporre  suggerimenti sul complicato tema degli alloggi militari  affinchè,  ""dopo tanti anni si possa trovare un punto di caduta tale che si trovi la giusta misura da conciliare le aspettative e le speranze di tante famiglie con le innegabili esigenze e finalità dell’Amministrazione Difesa"".

 

 

Dopo la deflagrazione suscitata nel pieno mese di agosto, l’improvvido Documento che SMD V° Reparto ha inviato a Gabinetto Difesa, di cui ci siamo occupati “ in diretta” per la tempestività con la quale ci facciamo vanto, tra una uscita del vecchio Governo, l’entrata del nuovo e la nomina del nuovo Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, Casadiritto ha inviato allo Stato Maggiore Difesa, Affari Generali, V° Rep. nella persona del suo Capo, il Gen. Div. C.C. Antonio Paparella il giorno 27 settembre 2019 una lettera in cui si esprime il proprio punto di vista in replica all’avventurosa proposta di ridurre le residue tutele in materie di sine titulo ancora “protetti”.

La replica si può sintetizzare che un azzeramento o riduzione significativa che sia, delle protezioni, non porterà necessariamente ad un recupero automatico di alloggi da assegnare a nuovi utenti, ma due risultati contemporaneamente negativi: allargherà sicuramente la platea degli alloggi vuoti, e farà aumentare a dismisura lo “ sbilancio” in termini economici per maggiori spese e minori entrate.

Per le statistiche ed i fatti curiosi, annotiamo che è la prima volta che la nostra Associazione Casadiritto si rivolge ad un Organo interno di Stato Maggiore della Difesa che ha la competenza sugli alloggi, sia pure di coordinamento tra SME, SMA e SMM, ma è pur vero che il V° Reparto svolge, tra l’altro, le funzioni di coordinamento in materia di alloggi tra gli Stati Maggiori che ne hanno la competenza e l’Autorità politica.

RICHIESTA DI INCONTRO CON IL MINISTRO DELLA DIFESA ON.LE GUERINI

L’entrata in funzione , pressoché contemporanea, del nuovo Governo e del nuovo Ministro della Difesa ( in materia di alloggi alla data odierna ancora debbono essere assegnate le Deleghe in materia alloggiativa) porrà per tempo la richiesta di SMD su un binario speriamo morto vista l’enormità immorale ed oscena della richiesta, benché su un piano inclinato in maniera ancora pericolosa e attuale.

Di particolare importanza e sotto osservazione, saranno poi le dichiarazioni programmatiche che il Ministro farà in Parlamento, se e come riguarderanno anche gli alloggi.

Questo ci ha indotto, vista la vischiosità della faccenda, ( Documento SMD) e considerato lo stato di precarietà di tutto il sistema alloggiativo, di chiedere un incontro con il Ministro della Difesa on. Lorenzo Guerrini sul tema generale degli alloggi.

A margine rendiamo noto che lo stesso Ministro ha risposto, con una gradita email, agli auguri inviati all’atto della sua nomina ( 5 settembre u.s.) da Casadiritto a nome degli utenti e loro famiglie.

Ricordiamo a tutti l’invito di Casaditritto ad inviare un piccolo contributo tramite bonifico bancario o postale, e sostenere con forza, in modo articolato ma concreto, le iniziative di Casadiritto, contributo indispensabile per far fronte nell’immediato futuro ai compiti complicati a cui si andrà incontro.

Sergio Boncioli

coordinatore Casadiritto

Argomento: 
Alloggi di servizio