Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

La novità sull’invio della dichiarazione dei redditi da pensione è contenuta nel messaggio INPS numero 1402 del 29 marzo 2020.

L'INPS ha deciso di concedere più tempo per i seguenti adempimenti:

modello RED campagna ordinaria 2019 (redditi del 2018);

modello RED solleciti 2018 (anno reddito 2017);

INV CIV ordinaria 2019;

INV CIV solleciti 2018.

 

L’INPS, con il messaggio numero 1402 del 29 marzo 2020, ha disposto la proroga al 18 maggio 2020 dell’invio del modello RED, decisione presa in conseguenza al persistere dell’emergenza sanitaria.

 

L’invio del modello RED è uno degli appuntamenti fissi per i pensionati che, annualmente, devono comunicare i redditi percepiti per dimostrare il possesso dei requisiti per accedere ad alcune prestazioni, come gli assegni familiari oppure la quattordicesima.

La proroga al 18 maggio 2020 riguarda la Campagna RED ordinaria 2019, quindi riferita ai redditi del 2018, così come i Solleciti 2018 (anno reddito 2017).

Differiscono al 18 maggio anche le dichiarazioni INV CIV, l’adempimento obbligatorio per i titolari di pensioni di invalidità civile, pensione o assegno sociale: sia la campagna ordinaria del 2019, che i solleciti 2018.

Sono interessati dalla proroga anche i residenti all’estero, quindi i pensionati hanno tempo fino al 18 maggio per l’invio delle dichiarazioni inerenti alle Campagne REDEST 2019 (anno reddito 2018) e 2018 (anno reddito 2017).

Pensioni, trasmissione modello RED online con PIN INPS

Fino al 18 maggio sarà possibile usufruire dei servizi online per la trasmissione del modello RED (Campagna ordinaria 2019 e Solleciti 2018), e delle dichiarazioni di responsabilità (Campagna INV CIV ordinaria 2019 - Modelli ACC.AS/PS), così come per la Campagna Solleciti 2018 (Modelli ICLAV e ICRIC frequenza).

Il cittadino può accedere ai servizi online “RED Semplificato” e “Dichiarazioni di responsabilità” tramite: 
- il PIN dispositivo; 
- lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di secondo livello; 
- la CNS (Carta Nazionale dei Servizi); 
- la CIE (Carta Identità Elettronica 3.0).

L’invio del modello RED, INV CIV e le dichiarazioni di frequenza potranno essere effettuati anche tramite Contact Center Integrato.

Discorso a parte va fatto invece per le dichiarazioni relative alla frequenza scolastica dei titolari di prestazioni assistenziali (ICRIC FREQUENZA) e le informazioni relative all’eventuale svolgimento di attività lavorativa da parte dei titolari delle prestazioni di invalidità civile (ICLAV) avvenuti durante il 2018.

La comunicazione, infatti, non potrà avvenire tramite CAF o soggetti abilitati, ma il cittadino dovrà effettuare la trasmissione tramite:

il servizio online dedicato “Dichiarazioni di responsabilità”, accessibile con PIN dispositivo, credenziali SPID di secondo livello o con CIE (Carta Identità Elettronica 3.0);

Contact Center integrato INPS;

Strutture territoriali dell’Istituto.

Argomento: 
Circolari Inps-Inpdap