Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

Aumento pensione nel 2020 grazie alla rivalutazione dello 0,40% dell’importo: ecco quanto aspettarsi in più sull’assegno.

Aumenti pensioni nel 2020: sono ormai note le cifre con cui gli assegni in pagamento dal prossimo gennaio verranno rivalutati e solo il Parlamento, che potrebbe rimettere mano alle percentuali di perequazione, potrebbe cambiare le carte in tavola.

Come noto, ogni anno l’importo della pensione percepita viene adeguato all’andamento dell’inflazione nell’ultimo anno; un meccanismo introdotto appositamente per far sì che l’assegno non perda potere d’acquisto.

Nel 2019 il tasso di rivalutazione stimato è stato pari all’1,1%; una percentuale che verrà confermata dall’apposito decreto ministeriale in pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Rispetto a quanto percepito grazie agli aumenti pensioni di quest’anno, quindi, non è in programma alcun conguaglio e di conseguenza non bisognerà restituire alcunché.

Argomento: 
Attualità e Politica