Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Difesa

 

La Commissione europea propone un fondo europeo per la difesa e altre iniziative al fine di rendere più efficiente la spesa degli Stati membri nelle capacità comuni di difesa, rafforzare la sicurezza dei cittadini europei e promuovere una base industriale competitiva e innovativa.

Nel discorso sullo stato dell'Unione del 2016 il presidente Jean-Claude Juncker ha evidenziato l'importanza di un'Europa forte, in grado di difendere e proteggere i suoi cittadini nel suo territorio e all'estero: un obiettivo che non può essere conseguito senza innovare e mettere in comune le risorse dell'industria europea della difesa. Il piano d'azione europeo in materia di difesa adottato oggi dalla Commissione risponde a tale visione.

"L’Alleanza atlantica resta assolutamente centrale per la sicurezza interna ed esterna dell’Europa e per gli equilibri internazionali. In raccordo con essa, la nuova Difesa europea dovrà costituire un polo coeso e unitario, in grado di condividere con gli Usa gli sforzi per la governance globale nel segno dello stato di diritto e dello sviluppo". E' quanto sottolineato al termine della riunione del Consiglio supremo di Difesa, presieduta  al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Una esortazione a “guardare con ottimismo, entusiasmo e senza timori il futuro” ai circa 2 mila giovani che frequentano gli istituti di formazione dell’Esercito arriva dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2016-2017, alla presenza del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del ministro della Difesa, Roberta Pinotti.

La corsa agli armamenti è aumentata negli ultimi anni. Stimati in più di 23 miliardi gli investimenti per il 2017. Il record di Bersani: dal 1993 è  il ministro che ha destinato più risorse

Sessione informativa dello Stato Maggiore Esercito - R.P.G.F congiuntamente al D.I.P.E. con i sindacati del personale civile della Difesa, con all'ordine del giorno provvedimenti di riordino riguardanti l'Area Operativa, della formazione, logistica e infrastrutturale della Forza Armata.

Si è svolta martedì 8 u.s. a Segredifesa la riunione del “Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità, la valorizzazione del Benessere di chi lavora e contro le discriminazioni”  (CUG) del Ministero della Difesa ed i sindacati dl personale civile della Difesa.

“La riunione del CUG è partita dall’esame del Documento concernente istituzione del “Sistema benessere”, che è stato elaborato dal “Gruppo di Lavoro” nato per collaborare con la Consigliera di Fiducia  alla costituzione di uno “sportello di ascolto” sperimentale a Centocelle.

 

L'organizzazione sindacale ha inviato una nota con la quale si evidenziavano le  numerose rimostranze dal personale ex militare transitato nei ruoli civili del Ministero della difesa, il quale lamenta la mancata tempestiva attribuzione in busta paga dell'assegno ad personam . Giunge ora la risposta della Difesa 

l Ministero della Difesa ha pubblicato il nuovo bando di concorso per 800 aspiranti militari da inquadrare nei ranghi dell'aeronautica militare. La data di scadenza è fissata per il 6 dicembre.

Via libera dalle commissioni Difesa e Bilancio di Camera e Senato: l’Esercito può procedere con l’acquisto dei primi Centauro 2 prodotti dal consorzio Iveco-Oto Melara al costo di 530 milioni e dei prototipi dei Mangusta 2 prodotti da Leonardo Elicotteri per 487 milioni. Molte le perplessità che riguardano i nuovi mezzi. Innanzitutto i costi elevatissimi

La stimolazione elettrica transcraniale diretta (tDCS), una tecnica che consiste nel sollecitare alcune aree cerebrali applicando una debole corrente elettrica sul cuoio capelluto attraverso elettrodi, è stata utilizzata con successo per migliorare le performance cognitive dei militari statunitensi.

 Le spese per i progetti comuni di difesa europea potrebbero "essere tolte dal Patto di stabilità". Lo dice il ministro della Difesa dell'Italia, Roberta Pinotti,.

 

Si è svolto il 26 ottobre 2016 il previsto incontro tra il Cocer e lo Stato Maggiore della Difesa sul riordino delle carriere.

Dopo il saluto e l’introduzione del Sottocapo di Stato maggiore della difesa, Generale Nordio, i tecnici dello Stato Maggiore hanno illustrato al Cocer interforze il progetto di riordino.

A partire dal 2022 le Casse di previdenza delle forze armate andranno in default.

Come evitare tale ipotesi?

Il Consiglio di Amministrazione delle Casse, su richiesta del Cocer, illustra il problema e coinvolge il Consiglio.

Pubblichiamo, di seguito, un video a cura dei delegati del Cocer Alfio Messina e Antonsergio Belfiori con il resoconto dell'incontro  tra il Consiglio di Amministrazione delle Casse ed il Cocer nonchè alcune slide mostrate nel corso della riunione.

I provvedimenti di riordino oggetto della sessione informativa delle rappresentanze sindacali della Difesa  con  SME–RPGF (Reparto Generale Programmazione Finanziaria)  e DIPE (Dipartimento Impiego del Personale Esercito). Riportiamo i  provvedimenti illustrati di cui alla scheda tecnica predisposta da RPGF che pubblichiamo in allegato.

Rimostranze dal personale ex militare transitato nei ruoli civili del Ministero della difesa, il quale lamenta la mancata tempestiva attribuzione in busta paga dell'assegno ad personam che, come noto, costituisce la parte più consistente dell'intera retribuzione maturata.

"Mi stupiscono e mi rammaricano le strumentali dichiarazioni del presidente Pigliaru con il quale, da tempo, stiamo lavorando insieme al Ministero dell'economia e a Palazzo Chigi per venire incontro alle esigenze di mitigazione e al riequilibrio della presenza militare in Sardegna e in altre regioni". Così il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi sulle recenti dichiarazioni del governatore della Sardegna Francesco Pigliaru sugli indennizzi agli operatori della pesca di Capo Frasca che ieri hanno bloccato le esercitazioni militari con un centinaio di imbarcazioni e sui contributi ai Comuni maggiormente obertai dalle servitù militari.

Londra esenta con una deroga i suoi militari dal rispetto delle norme del diritto umanitario europeo per evitare eventuali procedimenti giudiziari a seguito delle operazioni belliche oltremare. Lo ha annunciato  il primo ministro Theresa May, che a margine del congresso Tory di Birmingham ha reso nota una legge per rendere immuni i militari di Sua Maestà dal rispetto di “alcune parti” della Convenzione europea per i diritti dell’uomo durante conflitti all’estero.

L'11 febbraio 2016 è iniziato avanti il Tribunale di Padova, Dott.ssa B. Bergamasco, il processo penale contro i vertici dell’Aeronautica militare (Direttore Generale della Sanità Militare, Capi di Stato Maggiore, responsabili del Servizio del Demanio), accusati  di omicidio colposo pluriaggravato e lesioni gravissime in riferimento al PERSONALE MILITARE DELL’AERONAUTICA che prestava servizio presso il I ROC Monte Venda e, in particolare, all’interno della “Galleria” (realizzata per motivi di sicurezza nazionale all’interno del Monte Venda, collegata con l’esterno da tre tunnel). 

Lo “Studio sugli effetti delle esposizioni ambientali ed occupazionali sulla morbosità e mortalità della popolazione residente a Taranto”,  commissionato nel 2014 dalla Regione Puglia ad un composito gruppo di ricerca guidato dall’epidemiologo Francesco Forastiere del Dipartimento di Epidemiologia del Lazio, autore con Annibale Biggeri, epidemiologo dell’Università di Firenze, di un analogo studio per il GIP di Taranto Todisco, è stato finalmente pubblicato. Si tratta in realtà di un aggiornamento della consulenza svolta per la magistratura di Taranto nel 2012 con qualche variazione come la considerazione dell’effetto dalla SO2.

In questi giorni la Commissione d'inchiesta uranio impoverito è in Sardegna per visitare i poligoni ed effettuare audizioni. Il nobile scopo della Commissione è quello di fare definitivamente luce e chiarezza sui casi di morte di militari probabilmente relazionate ai vaccini e all’esposizione all’uranio impoverito (certamente non nei poligoni sardi come affermato da organi sanitari e scientifici competenti) in modo tale che i tanti colleghi e le tante famiglie coinvolte nelle tragiche storie di morte riescano ad ottenere giustizia e verità.

La Commissione Difesa della Camera ha al suo esame il  Documento Programmatico Pluriennale per la Difesa per il triennio 2016-2018 finalizzato a riassumere sia il quadro generale delle esigenze operative delle Forze armate, Per quanto riguarda, in particolare, le prospettive relative al personale militare, il Documento conferma le previsioni della legge n. 244 del 2012. Ipotizza nuove misure ""Volte a reclutare più giovani con contratti a tempo determinato con maggiori tutele al momento del congedo e ad istituire una «Riserva operativa» prontamente impiegabile ed efficace, ovvero composta di una forza addestrata di ufficiali, sottufficiali e truppa, per esigenze contingenti militari e di risposta a emergenze civili. Si ribadisce la volontà di procedere a un'unificazione e razionalizzazione delle scuole e dei centri di formazione militare, accentrandoli sulla base delle capacità possedute e della competenza specifica per materia"".

 Ulteriori iniziative sono, infine, preannunciate con riferimento al trattamento economico, al reclutamento, alla rafferma, all'avanzamento e alla progressione di carriera del personale militare. 
Per quanto concerne, in particolare, il trattamento economico, ne viene anticipata una profonda revisione. In tale sede, il Documento annuncia che ""Dovrà essere pienamente considerata la specificità della condizione militare e dovranno essere previste misure volte a premiare le responsabilità crescenti attribuite con gli avanzamenti ai gradi superiori"". Al contempo, il Documento sottolinea la necessità di dinamiche salariali comunque compatibili con quelle generali nell'impiego pubblico. 

 Il Documento prende, inoltre, in considerazione la possibilità che alcune attività di manutenzione e di gestione tecnica dei sistemi, attualmente svolte dalla Difesa, possano essere in futuro realizzate da soggetti terzi, come imprese e aziende private. In tale ambito si ipotizza la possibilità che l'industria assorba alcune strutture tecnico-industriali della Difesa e, grazie a specifiche norme, il relativo personale.

Il 23 settembre scorso su proposta della Ministra della difesa Roberta Pinotti,  il generale di divisione dell’esercito in ausiliaria Paolo GEROMETTA, è stato confermato nell’incarico di Direttore generale per il personale militare fino al 30 giugno 2017 e di conseguenza resta anche Presidente del Cocer Interforze. La decisione ha suscitato un certo disappunto soprattutto considerando che esite una norma varata dal governo con cui è stato abolito l'istituto del trattenimento in servizio dei dipendenti pubblici che hanno già maturato il requisito per la pensione.

Mancata bonifica di hangar e velivoli: 23 le vittime a Nordest I pm: «Ai lavoratori non fu fornita neanche una mascherina»

Anticipata dai quotidiani Il Mattino e La Repubblica, la missione militare italiana a Misurata avrà un carattere umanitario o, per meglio dire, sanitario.

Il governo ha infatti risposto positivamente alle richieste di Tripoli e soprattutto di Misurata (forse la città libica più strettamente legata all’Italia oltre che agli anglo-americani) che fin dall’avvio della campagna militare contro lo Stato Islamico a Sirte chiedevano un aiuto diretto per curare i numerosi feriti in combattimento.

Per il 2017 la Marina Militare italiana seleziona 1980 volontari VFPI.

Pagine