Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

 

La Sezione di Taranto di Assodipro, rappresentata dal suo Presidente pro tempore Sig. LONGO Sergio, ha promosso diverse iniziative legali a tutela dei diritti dei propri iscritti nonché di tutti coloro che hanno sofferto e soffrono ancora oggi per i danni provocati dall’esposizione all’amianto.

Più in particolare la Sezione di Taranto ha conferito incarico ai propri legali di fiducia di promuovere azioni dirette al riconoscimento della perequazione dell’assegno vitalizio delle vittime del dovere a quello già riconosciuto alle vittime del terrorismo; adeguamento che comporta un incremento dell’assegno vitalizio per le vittime del dovere di euro 241,77 mensili, oltre agli arretrati dalla data di maturazione del diritto e consequenziali interessi e rivalutazione. Il Tribunale di Taranto, in funzione di Giudice del Lavoro, si è già espresso favorevolmente in merito alla questione sancendo il sacrosanto diritto dell’adeguamento.

Ma la Sezione di Taranto, tramite i suoi legali di fiducia Avv.ti Cataldo Fornari, Belmonte Maria Antonietta e Daniele Maranò, è impegnata anche nella disputa giudiziaria per il riconoscimento dell’assegno vitalizio delle vittime del dovere anche per i familiari che, all’epoca della maturazione del diritto, non risultando essere conviventi ed carico del militare esposto, sono stati esclusi dairelativi benefici I relativi ricorsi pendono dinanzi alla Sezione Lavoro del Tribunale di Taranto e si confida che, in tempi relativamente brevi, si possa raggiungere il risultato tanto sperato.

Inoltre, la sezione di Taranto, con il prezioso ausilio dei propri legali di fiducia, ha promosso, altresì, giudizi di risarcimento del danno degli esposti nonché degli eredi  nei confronti del Ministero della Difesa. Si tratta di giudizi tesi all'accertamento della responsabilità del Ministero circa la mancata adozione di adeguate misure per la tutela della salute dei propri dipendenti. 

Per ultimo il Presidente Longo Sergio rappresenta che tutto lo staff legale è quotidianamente impegnato per il riconoscimento dello status di vittime del dovere a tutti coloro che si sono visti negare, in via amministrativa, tale beneficio; i relativi ricorsi giudiziari pendono dinanzi l’Ufficio Giudiziario competente e anche in questo caso si resta più che fiduciosi per l’accoglimento delle rispettive domande.

Il Presidente Longo invita tutti coloro che fossero interessati anche solo ad avere ragguagli sulle iniziative della Sezione di Taranto a mettersi in contatto con la stessa, confidando nella collaborazione di tutti gli iscritti ad Assodiproaffinchèle giuste rivendicazioni degli esposti all’amianto trovino adeguati e positivi riscontri presso tutti gli Organi, sia amministrativi che giudiziari, competenti a fornire le risposte.

 

 

 ASSODIPRO SEZIONETARANTO

                  Il Presidente

                                                                                               Sergio Longo

Argomento: 
Attualità e Politica