Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

 

E' stato pubblicato nella gazzetta ufficiale n. 35 del 12 febbraio il testo del Decreto che determina l'ammontare massimo del beneficio a favore dei nuclei familiari con un numero di figli minori, pari o superiore a quattro, in possesso di una situazione economica corrispondente a un valore ISEE non superiore a 8.500 euro annui.

Il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, approvato il 24 dicembre 2015, prevede il riconoscimento di 500 euro a quei nuclei familiari che già lo scorso anno avevano usufruito del bonus. Pertanto, le famiglie interessate non dovranno presentare ulteriore domanda rispetto a quella già inoltrata ai fini dell'Assegno per i tre figli minori.

Il beneficio è riconosciuto direttamente dall'Inps che verificherà la sussistenza del requisito reddituale derivante dall'Isee, compreso l'avvenuto ingresso del quarto figlio entro il 2015. 

Il nuovo bonus per il quarto figlio verrà erogato in un’unica soluzione. L'Inps effettuerà la verifica annuale da cui si evincerà il valore ISEE non superiore a 8.500 euro e il nucleo familiare aggiornato con i quattro figli di età inferiore ai 18 anni. 

Nel caso in cui la nascita del quarto figlio, nel nucleo familiare, non sia avvenuta entro il 2015, ma dopo la domanda per l’assegnazione del bonus per i tre figli minori, il richiedente dovrà avere aggiornato la sua DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) per poter usufruire del beneficio. 

Se inoltre, la presenza nel nucleo familiare del quarto figlio minorenne, non sia mantenuta per tutto l'anno, il sostegno dell’assegno da parte dell’INPS, sarà erogato in relazione al numero dei mesi per i quali il requisito risulti idoneo, tenendo presente che la porzione di mese sarà conteggiata comunque interamente.

Argomento: 
Approfondimenti