Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Con il d.p.c.m. di spacchettamento del Fondo per il pubblico impiego di cui all’art. 1 comma 364 della legge di Bilancio 2017 (legge 11 dicembre 2016 n. 232), il Governo ha distinto le risorse da destinare a tutti gli interventi previsti dai commi 365 e 366 dello stesso articolo.

E’ stato pubblicato il Bando Pubblico Progetto Home Care Premium Assistenza Domiciliare per i dipendenti e pensionati pubblici, per i loro coniugi, per parenti e affini di primo grado non autosufficienti.

La Commissione ha iniziato l'esame del testo licenziato dal  comitato ristretto, i cui lavori si sono conclusi il 18 gennaio scorso. Relatrice del provvedimento, l'on. Villecco Calipari. Forti limiti al diritto di associazione professionale  che non risponde alle indicazioni che provengono dall'Europa.. "Il  personale - ha detto la relatrice -  può costituire associazioni professionali, aderirvi liberamente e ricoprirvi cariche, fermo però restando quanto oggi stabilito dal codice dell'ordinamento militare, all'articolo 1475, e cioè che la costituzione di associazioni o circoli fra militari è subordinata al preventivo assenso del Ministro della difesa e che non sono ammesse le associazioni professionali a carattere sindacale, né è consentito ai militari aderire ad associazioni sindacali o esercitare il diritto di sciopero..."

Pubblichiamo  il testo del provvedimento ed il resoconto parlamentare.

Ai militari che vogliono andare in pensione anticipata non conviene invocare irequisiti per gli usuranti: lo ha precisato il sottosegretario al welfare Luigi Bobba rispondendo ad una interrogazione alla Camera dei Deputati spiegando che la normativa esistente per il comparto difesa è già di per sé più vantaggiosa.

"Abbiamo ottenuto un appostamento di risorse importanti dal governo, non possiamo sprecare anche questa volta l'occasione di un vero riordino interno dei ruoli e delle qualifiche dei poliziotti, necessario per lavorare meglio e garantire più sicurezza ai cittadini. Per questo abbiamo giudicato irricevibile lo schema di decreto legislativo che contiene il provvedimento e venerdì prossimo, 3 marzo, saremo mobilitati davanti a tutte le questure italiane con un presidio e un volantinaggio". Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia Silp Cgil, che ha lanciato la mobilitazione dei poliziotti dal titolo #riordinosimanoncosi.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto che riforma il testo unico del pubblico impiego. Il testo introduce novità sull’organizzazione del personale dello Stato e degli enti territoriali. 

I due decreti transitano ora all’esame di Parlamento e Consiglio di Stato, per i pareri.

 

La bozza di decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri il 24 febbraio avente per oggetto: SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE “DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RIORDINO DEI RUOLI E DELLE CARRIERE DEL PERSONALE DELLE FORZE ARMATE AI SENSI DELL’ARTICOLO 1, COMMA 5, SECONDO PERIODO, DELLA LEGGE 31 DICEMBRE 2012, N. 244.”.

La bozza di decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri ieri avente per oggetto: DISPOSIZIONI IN MATERIA DI REVISIONE DEI RUOLI DELLE FORZE DI POLIZIA AI SENSI DELL’ARTICOLO 8, COMMA 1, LETTERA A), DELLA LEGGE 7 AGOSTO 2015, N. 124, IN MATERIA DI RIORGANIZZAZIONE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE".

Non appena avremo il testo relativo alle Forze Armate lo pubblicheremo tempestivamente 

Il Consiglio dei ministri ha approvato, in esame preliminare, cinque decreti legislativi contenenti disposizioni di attuazione della riforma della pubblica amministrazione e sulla revisione dei ruoli del personale delle FF.AA. e FF.PP.

Si è svolta a Palazzo Chigi la riunione del Consiglio dei Ministri. Al termine, il Presidente Gentiloni e i Ministri Madia (Semplificazione e Pubblica Amministrazione), Pinotti (Difesa) e Minniti (Interno) hanno presentato in conferenza stampa i provvedimenti approvati. Tra questi, Il provvedimento sul  riordino delle carriere per gli appartenenti alle FF.AA. e FF.PP. Il testo anfrà la prossima settimana in Parlamento. "Obiettivo storico lo ha definito il ministro Minniti, secondo il quale ci si trova davanti ad un intervento notevole sia dal punto di vista odinamentale che finanziario...". >>CLICCARE QUI PER VEDERE IL IEO DELLA CONFERENZA STAMPA

Servizio della trasmissione televisiva sugli effetti dell'uranio impoverito sui soldati che hanno partecipato a diverse missioni all'estero. Il rigetto delle istanze dei militari da parte del Comitato di verifica. CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO DELLA PUNTATA - http://www.iene.mediaset.it/puntate/2017/02/22/pelazza-i-soldati-che-non-muoiono-in-battaglia_10826.shtml

Il Garante privacy  dichiara illecito il trattamento di dati personali effettuato da un datore di lavoro pubblico attraverso il contatto telefonico al sanitario certificante lo stato di assenza per malattia del dipendente, onde comunicargli informazioni relative al paziente in relazione allo stato di assenza per malattia.

Noi l'avevamo previsto e ovviamente è accaduto di nuovo, perché ormai sappiamo quanto poco rispetto ci sia per le regole democratiche, specie quando si parla dei diritti dei militari. 
Lo dichiarano i deputati M5S della Connessione Difesa, che hanno presentato un emendamento che annulla la proroga  della rappresentanza militare.

“La ministra della Difesa faccia valere gli impegni assunti in Parlamento a tutela degli insegnanti civili nelle scuole della Marina militare”. Il presidente della Commissione d’inchiesta Uranio impoverito, Gian Piero Scanu, chiama in causa la ministra Roberta Pinotti per sbloccare la situazione che riguarda gli insegnanti civili della scuola militare de La Maddalena che da mesi si sono visti ridurre da 18 a 12 le ore di insegnamento, ritrovandosi a stento con mille euro in busta paga.

Concorsi per l’ammissione di 4 Allievi Ufficiali Piloti di Complemento (AUPC) e di complessivi 86 (ottantasei) Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata della Marina Militare (AUFP) e bando  per il transito di 10 (dieci) Ufficiali in servizio permanente dal ruolo speciale al ruolo normale dell’Arma dei Carabinieri.

Pagine