Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Ora è certo, oltre ogni ragionevole dubbio o strumentali e fantasiose osservazioni che ancora mi capita di leggere, da gennaio tutti i colleghiche nel corso degli ultimi quattro lunghi anni hanno subito gli effetti del famigerato blocco stipendiale si vedranno finalmente riconosciuti gli assegni di funzione, l’assegno di omogeneizzazione, le promozioni e gli altri assegni maturati nel corso dell’ultimo quadriennio. Il tutto senza che compensazioni con altri capitoli destinati al personale (straordinario, fondi efficienza, vitto, missioni, ecc.). Unica eccezione le progressioni per “classi e scatti” del personale dirigente e omogeneizzato.

A certificarlo è la circolare n. 368920 del 18.12.2014 del Comando Generale della Guardia di Finanza.

Secondo quanto dichiarato dal Ministro della Difesa  Pinotti, il “Libro Bianco” sulla Difesa dovrebbe essere emanato entro fine anno. In vista di tale scadenza, netta critica del Cocer della Guardia di Finanza che,  in una delibera, sottolinea come nelle linee guida del libro bianco, vi sia una più  marcata separazione tra il lavoratore militare ed il resto dei lavoratori pubblici secondo una specificità di "condizione" e non di "professione, nel solco di una norma, quella prevista dalla legge 183/2010, rimasta un vuoto contenitore utilizzato retoricamente per giustificare più le limitazioni ai diritti che il riconoscimento delle funzioni svolte dal personale del comparto. Ma l' Organo della Rappresentanza sottolinea inoltre come  il Ministero della Difesa  non abbia, in alcun modo, coinvolto la Rappresentanza militare, mentre ha  illustrato le Linee Guida  al Parlamento, alle OO.SS. sindacali del personale civile della Difesa, ad associazioni del mondo pacifista coinvolgendo inoltre  tutti i cittadini attraverso un’apposita casella di posta elettronica.

Il Co.Ce.R. Finanza chiede infine che le norme e principi previsti nel Libro Bianco e pensati per le Forze Armate e per la funzione di Difesa non vengano automaticamente estesi alla Guardia di Finanza ed ai finanzieri.

Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di omicidio colposo, lesioni personali colpose e cooperazione nel delitto colposo. Per il pm avrebbero omesso "di rendere edotto il personale appartenente alla Marina Militare dei rischi per la salute insiti negli ambienti di vita e di lavoro a causa della presenza di amianto tanto all’interno delle navi militari". Prima udienza il 25 maggio di Luca Teolato Il Fatto Quotidiano

Entro il prossimo 31 dicembre i datori di lavoro sono obbligati a verificare l’avvenuto godimento di almeno due settimane delle ferie maturate nel 2014 e concedere e far godere le restanti due settimane di ferie relative al 2013 entro il 30 giugno 2015. La mancata fruizione delle ferie nei termini stabiliti espone il datore di lavoro a pesanti sanzioni, che vanno da € 100 a € 600 per ciascun lavoratore cui è riferita la violazione. Il termine di fruizione si sospende in caso di astensione obbligatoria e facoltativa per maternità o di malattia di lunga durata

Si è discusso tra l'altro del problema relativo  il transito nei ruoli civili -  nell'ultimo anno (circa 250 unità) - del personale militare non ritenuto più idoneo a svolgere le mansioni attribuite, sul quale il Sottosegretario  ha comunicato alle OO.SS. di aver più volte sollecitato, da ultimo anche con una nota prodotta lo scorso 27 ottobre, il Dipartimento di Funzione Pubblica alla definizione della relativa tabella di equiparazione che nei contenuti sarà comunque quello a suo tempo concordato con Fp Cgil - Cisl e Uil.

Compendio sulle disposizioni in materia di cessazioni dal servizio permanente a domanda, per raggiunti limiti d’età e a domanda dall’aspettativa per riduzione di quadri e conseguente collocamento nelle categorie del congedo del personale militare.

Con la sentenza n. 244 del 28 ottobre 2014 la Corte Costituzionale si è pronunciata sulla legittimità dell’art. 1, commi 98 e 99, della legge 24 dicembre 2012, n. 228 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – Legge di stabilità 2013) in merito alla trattenuta per opera di previdenza del 2,50% sul TFS dei dipendenti pubblici e alla lamentata disparità di trattamento tra quelli assunti prima del 2001 (per i quali è stato ripristinato il TFS) e quelli assunti dopo il 2001.

 
Determinazione del numero massimo e delle modalita' di utilizzo delle autovetture di servizio con autista adibite al trasporto di  persone. Il  numero,  per  le  amministrazioni centrali dello Stato  di  cui  all'art.  2,  comma  1,  e  disciplina l'utilizzo, da parte delle amministrazioni pubbliche   delle  autovetture  di  servizio  con  autista  per  il trasporto di persone. Il presente decreto non si applica alle  autovetture  utilizzate dal Corpo nazionale dei  vigili  deL fuoco o per i servizi istituzionali di  tutela  dell'ordine  e  della sicurezza pubblica,  

Nella sezione  “Amministrazione trasparente” del sito istituzionale Difesa.it la lista delle spese per forniture, spese di rappresentanza.

Cantone ha insistito sulla necessità di attuare le norme relative alle denunce della corruzione per via elettronica attraverso il whistleblowing, strumento peraltro previsto dal codice unico degli impiegati pubblici (articolo 54). Cantone ha annunciato l'avvio presso l'Anac di un indirizzo mail criptato per consentire di denunciare eventuali reati firmandosi, ma garantendo la tutela “dell'informatore”. «Non è un invito alla collaborazione o alla delazione - ha detto Cantone - ma alla responsabilità».

Con l’avvio formale del primo turno d’asta riservato agli alloggi che risultano liberi, compresi tra quelli il cui elenco era già stato pubblicato a suo tempo il 23 marzo 2011 sulla Gazzetta Ufficiale n.70 come non più utili alle esigenze della Difesa, inizia l’iter inedito e molto complicato, previsto dal Decreto dell’allora Ministro La Russa del 18 maggio 2010 poi incardinato all’interno del D.P.R. n. 90 del 15 marzo 2010 e successive modificazioni. Tale incombenza riguardante l’avvio della procedura, viene adempiuta da una comunicazione dello STATO MAGGIORE DIFESA con il foglio del 3 dicembre 2014 e relativi annessi A, B e C, che si riportano in allegato. 

Mercoledì 17, alle ore 8,30, le Commissioni Esteri e Difesa di Senato e Camera si riuniranno a Montecitorio per ascoltare le comunicazioni del Governo sulla partecipazione dell'Italia ad ulteriori missioni militari in Afghanistan.
Giovedì 18 dicembre sarà discussa in Commissione Difesa alla camera l'interrogazione dell'On. Rizzo relativa agli effetti del blocco contrattuale delle retribuzioni del personale delle Forze armate, delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.
Venerdì, 12 dicembre, il Sottosegretario Domenico Rossi ha fornito chiarimenti in merito all'invio di un contingente di militari italiani in Iraq, con particolare riferimento alle modalità per garantire l'immunità dalla giurisdizione locale delle truppe italiane nel corso della missione.

I pensionati che speravano in una rivalutazione consistente dell’assegno nel 2015 resteranno delusi. Il decreto del ministero dell’Economia del 20 novembre 2014, pubblicato in “Gazzetta ufficiale” il 2 dicembre scorso ha stabilito che il valore provvisorio di rivalutazione delle pensioni per l’anno prossimo è dello 0,3 per cento. Inoltre quello definitivo per il 2014 è risultato dell’1,1% anziché dell’1,2% provvisorio applicato finora, quindi a inizio 2015 i pensionati dovranno anche rimborsare parte della pensione incassata. La frenata dell’inflazione riscontrata nel corso di quest’anno, così come calcolata dall’Istat, determina un contenimento della rivalutazione degli assegni previdenziali. 

Pagine