Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Una Circolare INPS dello scorso 29 marzo regolamenta i termini di riscontro alle istanze di pensionamento  presentate dai lavoratori, precisando a tal riguardo che il termine decorre dalla presentazione della domanda oppure dalla data di decorrenza del diritto (se successivo). Si va da un minimo di 50 giorni per le pensioni meno complesse quali la reversibilità, e di 55 giorni per la pensione di vecchiaia , l’anticipata, ai superstiti, fino a un massimo di 120 giorni per la pensione di inabilità in cumulo o in totalizzazione

Il principio è espresso nell’Ordinanza n. 00658/2020 del 10 febbraio 2020 del Consiglio di Stato che ha definito un lungo confronto Giudiziario con una Amministrazione pervicacemente orientata a disconoscere il diritto in questione.

L’INPS, con il messaggio n. 1296 del 26 marzo 2021, fornisce le prime indicazioni riguardanti la possibilità per i genitori di richiedere uno o più bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting o per servizi integrativi per l’infanzia, nonché per centri estivi, per i figli conviventi minori di anni 14, da utilizzare per prestazioni effettuate per i casi di cui al comma 1 dell’articolo 2 del decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30

L’obbligo di reperibilità si qualifica come orario di lavoro solo qualora sussistano vincoli tali da pregiudicare in maniera significativa la capacità di gestire il tempo libero, tale pregiudizio non ricorre se le difficoltà organizzative derivano da fattori naturali o da scelte del lavoratore. Attraverso questi principi, la Corte di giustizia europea, con due distinte sentenze, fornisce un importante elemento di chiarezza in merito alla qualificazione giuridica di un istituto, la reperibilità, che in alcuni settori lavorativi è molto diffuso.

L’INPS ha attivato un servizio automatico disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24, senza alcuna attesa, che garantisce l’accesso agli sportelli, in presenza o attraverso un contatto telefonico.

Il generale Teo Luzi, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri ha tenuto il 16 marzo un’audizione alle commissioni Difesa di Camera e Senato in cui ha fatto il punto sulla situazione dell’Arma. 

Con circolare n. 42 dello scorso 11 marzo1, l'Inps ha fornito alcuni chiarimenti circa la proroga del congedo obbligatorio e di quello facoltativo, per l'anno 2021, dei padri lavoratori dipendenti, recependo le novità introdotte dalla legge di bilancio 2021.

Il nuovo capo di Stato maggiore dell’Esercito, Pietro Serino, ha illustrato  le sue linee programmatiche alle commissioni Difesa di Senato e Camera. Personale, addestramento, sistemi, infrastrutture e organizzazione. Riconoscimento della specificità della condizione militare. Valorizzare le competenze professionali. Formazione,  nuovi modelli di arruolamento di volontari, riduzione del precariato....

La commissione Difesa della Camera ha espresso il suo parere favorevole sul Documento di economia e finanza (Def) messo a punto dal governo. La proposta di parere è stata approvata a larghissima maggioranza.  Il parere approvato evidenzia - tra l'altro - l'aumento delle risorse destinate al personale, impegnato nell'ambito del contrasto all'emergenza Covid-19, nonché la possibilità di fruire di un bonus per l'acquisto di servizi di assistenza dei figli-

Il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, ha firmato l’atto di indirizzo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto delle funzioni centrali.

Diritto alla disconnessione dalle strumentazioni tecnologiche e dalle piattaforme informatiche al lavoratore in smart working nel rispetto di eventuali accordi sottoscritti dalle parti e fatti salvi eventuali periodi di reperibilità concordati. E' quanto prevede il disegno di legge di conversione del decreto legge 13 marzo 2021, n. 30, licenziato dalle Commissioni permanenti di Lavoro e Affari sociali e che si avvia ad essere discusso in Aula alla Camera dei deputati. Novità in arrivo anche per i lavoratori dipendenti genitori di figli affetti da disturbi specifici dell'apprendimento o con bisogni educativi speciali nonchè per l'attivazione dello smart working con regole semplificate.

Finanzieri con un’anzianità contributiva utile compresa tra 15 e 18 anni al 31.12.1995. Tutte le sezioni di appello della Corte dei conti hanno riconosciuto l’aliquota di rendimento del 2,445% annuo ai fini del calcolo della quota di pensione retributiva (quote “A” e “B”). Pertanto, tale soluzione ha assunto i connotati di “diritto vivente”. Sulla base di tale assunto, l’INPS deve adeguarsi e procedere al ricalcolo delle pensioni già erogate ed al calcolo delle pensioni da liquidare con l’applicazione dell’aliquota del 2,445% annuo e non può più continuare, in maniera strumentale ed arrogante ad insistere sulle proprie posizioni, anche al fine di evitare condanne alle spese di giudizio che appaiano certe in caso di nuovo ulteriore contenzioso.

Il testo della circolare  ha lo scopo di aggiornare, le disposizioni in materia di cessazioni dal servizio permanente. Il compendio si applica a tutte le categorie del personale militare in servizio permanente, fatta eccezione per gli Appuntati e i Carabinieri i cui procedimenti di cessazione sono di diretta competenza del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. I Graduati non sono al momento interessati alle cessazioni dal servizio permanente che comportano l’accesso alla pensione di vecchiaia o di anzianità, tenuto conto che gli stessi non possono ancora essere in possesso dei requisiti richiesti dalla vigente normativa in materia.

Dal 15 aprile "è sospesa momentaneamente la vaccinazione con AstraZeneca,  per i militari e le forze dell'ordine in Italia "fino a nuova disposizione". E' quanto prevede una comunicazione interna che l'Adnkronos ha avuto modo di visionare.

 Può chiedere il bonus anche il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico.

Pagine