Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Difesa


Il comunicato stampa approvato a conclusione  della riunione COCER della Commissione Interforze di categoria Sergenti e Sovrintendenti (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza), in cui si esprime  contrarietà sul tema del riordino delle carriere finanziato nell'ultima Legge di Stabilità.

  L’occasione per introdurre il codice si è presentata a un evento per la presentazione di uno studio sul controverso fucile d’assalto G36: proprio le indagini relative ai presunti difetti del fucile avevano fatto emergere contatti impropri tra l'industria e la Difesa. In futuro dovranno essere evitati conflitti d’interesse economico-politici, e aumentando il livello di trasparenza.

In una fase di radicale riordino del SSM, la cooperazione con il SSN tenderà necessariamente ad assumere un ruolo sempre più rilevante rispetto a quello già significativo del recente passato.

«Il Cocer Marina, in occasione dell’incontro plenario con i delegati regionali della Rappresentanza Militare, riscontra ancora una volta il diffuso malcontento sul funzionamento del sistema NoiPa per le modalità ed i tempi di corresponsione degli stipendi, nonché per la mancanza di chiarezza sulle relative ritenute applicate».E' quanto si legge in una nota diffusa dal Consiglio Centrale di Rappresentanza Militare della Marina che parla di "un'odissea senza fine".

Mercoledì 14 dicembre si chiude un libro di storia. La German Air Force lascia definitivamente dopo 60 anni l'aeroporto militare di Decimomannu in Sardegna.

-Nei giorni scorsi i militari italiani del Train Advise Assist Command West (Taac W) hanno effettuato una donazione di vestiario in favore dell'associazione "Pir Herat Charity Fondation" (Phf), ente nato nel 2009 con il compito di sostenere persone con disabilità.

 

La Commissione europea propone un fondo europeo per la difesa e altre iniziative al fine di rendere più efficiente la spesa degli Stati membri nelle capacità comuni di difesa, rafforzare la sicurezza dei cittadini europei e promuovere una base industriale competitiva e innovativa.

Nel discorso sullo stato dell'Unione del 2016 il presidente Jean-Claude Juncker ha evidenziato l'importanza di un'Europa forte, in grado di difendere e proteggere i suoi cittadini nel suo territorio e all'estero: un obiettivo che non può essere conseguito senza innovare e mettere in comune le risorse dell'industria europea della difesa. Il piano d'azione europeo in materia di difesa adottato oggi dalla Commissione risponde a tale visione.

"L’Alleanza atlantica resta assolutamente centrale per la sicurezza interna ed esterna dell’Europa e per gli equilibri internazionali. In raccordo con essa, la nuova Difesa europea dovrà costituire un polo coeso e unitario, in grado di condividere con gli Usa gli sforzi per la governance globale nel segno dello stato di diritto e dello sviluppo". E' quanto sottolineato al termine della riunione del Consiglio supremo di Difesa, presieduta  al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Una esortazione a “guardare con ottimismo, entusiasmo e senza timori il futuro” ai circa 2 mila giovani che frequentano gli istituti di formazione dell’Esercito arriva dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2016-2017, alla presenza del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del ministro della Difesa, Roberta Pinotti.

La corsa agli armamenti è aumentata negli ultimi anni. Stimati in più di 23 miliardi gli investimenti per il 2017. Il record di Bersani: dal 1993 è  il ministro che ha destinato più risorse

Pagine