Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

PORDENONE - Ex alloggi militari: un affare? Macché, non se li fila nessuno. È quanto sta emergendo in questi giorni, dato che gli immobili presenti nella città capoluogo del Friuli Occidentale sono stati rimessi all'asta, dopo che la prima di un paio di mesi fa è andata praticamente deserta.

Il ministero della Difesa ha infatti rimesso questiappartamenti sul mercato, scontati però di un terzo del prezzo fissato nel primo bando d'asta. Vediamo qualche esempio. A cominciare dal pezzo più pregiato, ovvero l'ampio appartamento (110 metri quadri) in via Marconi, sito in cima al condominio San Giorgio e con vista su piazza del Popolo, a fianco dell'attuale Prefettura. Il prezzo base della prima asta era di 104mila euro, mentre oggi è stato abbattuto a 73mila.
Relativamente di pregio anche l'immobile su quattro piani fuori terra in via Montereale 17. Consta in 10 appartamenti (dai 160 ai 270 metri quadri) che un tempo alloggiavano gli alti ufficiali della Brigata Ariete. Il costo iniziale correva da 157 a 252mila euro, ma ora è calato, e varia da 110 a 176mila. Infine, la fatiscente palazzina su due piani (otto mini alloggi tra i 60 e 76 metri quadrati) sita in vial Rotto. Qui il prezzo d'acquisto andava da 46 a 61mila euro. Tutto crollato: da 32 a 43mila euro.

La nuova asta si svilupperà sempre in due fasi: la prima riservata esclusivamente al personale militare e civile dellaDifesa (che godrà pure di un ulteriore sconto in funzione del reddito del nucleo familiare), la seconda (asta residuale) estesa a terzi, italiani e stranieri.

Argomento: 
Alloggi di servizio