Periodico di informazione delle Forze Armate, Forze di Polizia e Pubblico Impiego

  

Accentramento delle risorse finanziarie e unificazione dei contributi. Sono queste alcune delle mosse indispensabili, secondo lo Stato Maggiore della Difesa, per salvare la Cassa previdenziale delle Forze Armate alla luce delle indiscrezioni raccolte  infatti, la Cassa naviga in cattive acque (rischiando il “default”, per usare le parole del dicastero retto da Roberta Pinotti?) e potrebbe, se non ci saranno interventi legislativi a riguardo, arrivare al blocco del pagamento delle indennità ai propri iscritti a partire dal 2022.

 Le spese per i progetti comuni di difesa europea potrebbero "essere tolte dal Patto di stabilità". Lo dice il ministro della Difesa dell'Italia, Roberta Pinotti,.

I poliziotti francesi continuano da dieci giorni a protestare contro il governo e l’apparato giudizio anche se in Italia i media quasi non se ne occupano, forse per non mettere in ulteriore imbarazzo la “gauche” di governo che da Parigi è impegnata convincere i partner europei che si tratta solo di alcuni agenti al soldo del Front National di Marine Le Pen.

Invece la situazione è molto più grave e foriera di drammatici sviluppi.
I poliziotti hanno respinto la proposta di un aumento salariale di 100 euro al mese, un penoso tentativo di comprarne il silenzio e il rientro nei ranghi, e chiedono più mezzi per combattere la piaga della criminalità dilagante nelle periferie urbane ormai dominate da bande di delinquenti, spesso minorenni, in gran parte arabi e islamici.

Si chiude definitivamente la penalizzazione sulla pensione anticipata. Nella bozza della Legge di bilancio  trova spazio un articolo che manda in soffitta il sistema di disincentivazione al pensionamento per quei lavoratori e lavoratrici iscritti presso forme di previdenza pubbliche obbligatorie (Ago, Gestioni Speciali dei Lavoratori Autonomi e fondi ad essa sostitutivi ed esclusivi) che accedono alla pensione anticipata con meno di 62 anni.  

La bozza della legge di bilancio prevede solo 1,4 miliardi sul 2017 per il Fondo unico della Pa, chiamato a finanziare il rinnovo dei contratti, la conferma degli 80 euro per militari e polizia e le nuove assunzioni, possibili in tutta la Pa centrale (ma da definire con provvedimenti successivi). Fonti del governo confermano però che si lavora a mettere in programma già per il prossimo anno 1,9 miliardi, cifra del resto annunciata dal premier Renzi dopo il consiglio dei ministri sulla manovra. 

“Non ci devono essere distinzioni, nessuna vittima di serie A o di serie B”. Lo dice a Formiche.netVincenzo Frasca, fratello del caporal maggiore scelto Mario Frasca deceduto in Afghanistan il 23 settembre 2011 e segretario dell’Associazione Mario Frasca che da diversi anni si batte affinché tutti i militari deceduti nelle missioni all’estero e i loro familiari ottengano lo stesso trattamento e la stessa considerazione da parte delle istituzioni, a prescindere dalla causa della morte, della missione o dell’attività di servizio svolta.

 

Si è svolto il 26 ottobre 2016 il previsto incontro tra il Cocer e lo Stato Maggiore della Difesa sul riordino delle carriere.

Dopo il saluto e l’introduzione del Sottocapo di Stato maggiore della difesa, Generale Nordio, i tecnici dello Stato Maggiore hanno illustrato al Cocer interforze il progetto di riordino.

L' applicazione del  bonus di 80,00 euro mensili destinato al personale appartenente ai corpi di polizia, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco e alle Forze armate non destinatario di un trattamento retributivo dirigenziale e la sua corresponsione per il dipendente che si trova in congedo per assistenza a persona portatrice di handicap ex art. 42, comma 5 del D.

Il governo ha risposto all'interrogazione parlamentare che poneva quesiti sul trattenimento in servizio del Gen. gerometta, Presidente del Cocer e capo di persomil.Una risposta alquanto vaga che non entra nel merito dei problemi sollevati nell'atto parlamentare.

«L'Italia non è in guerra con nessuno. E ogni qualvolta che qualcuno sostiene che il nostro Paese sia “in guerra”, sembra che non abbia alcuna conoscenza di ciò che realmente i nostri militari stanno facendo nei diversi teatri…». Affronta diversi snodi cruciali, il colloquio di Avvenire col ministro della Difesa Roberta Pinotti: dalla presenza militare italiana in Iraq e Libia, passando per i casi delle bombe di sospetta fabbricazione italiana utilizzate dall’Arabia Saudita sullo Yemen e dell’inchiesta giudiziaria su ufficiali di Marina per omesso soccorso in un naufragio di migranti, fino alla battaglia politica del referendum costituzionale, in cui il suo partito, il Pd, rischia una lacerazione definitiva. 

Il DECRETO-LEGGE 22 ottobre 2016, n. 193 - ""Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili"" approvato dal Consiglio dei Ministri contiene all'art. 9 anche il finanziamento di euro 17.388.000 per la partecipazione di personale militare alla missione di supporto sanitario in Libia denominata "Operazione Ippocrate" e alla missione delle Nazioni Unite denominata United Nations Support Mission in Libya (UNSMIL).

Con una delibera 1/23/11° del 30 gennaio 2013 (in allegato), il Co.Ce.R. Guardia di Finanza aveva chiesto di assicurare al personale inviato in missione per attività di polizia giudiziaria a carico dell'amministrazione di giustizia il previsto anticipo e di vietare che, per questioni contabili, lo stesso venisse recuperato prima dell'avvenuta liquidazione da parte dei competenti Organi di giustizia, come purtorppo accadeva ed accade.Con la Circolare n. 318834 del 21 ottobre 2016, il Comando Generale ha opportunamente accolto quanto richiesto dal Co.Ce.R..

Norme applicative per la concessione della Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare. La  Direttiva, a carattere interforze, ha lo scopo di riepilogare la vigente normativa in materia di concessione della “Medaglia Mauriziana”, recependo tutte le specifiche particolari riferite a ciascuna F.A./Arma CC.. In tale contesto, la Direttiva vuole precisare le modalità di: - presentazione delle domande per la concessione della “Mauriziana” da parte degli interessati; - istruttoria, inoltro delle domande e formulazione del preventivo parere da parte delle pertinenti autorità gerarchiche superiori. 

Dettagli ancora da definire, ma secondo l'accordo fra governo e sindacati questa categoria di persone potrà andare in pensione a partire dai 63 anni senza dover aspettare i 67. Un aiuto, seppur limitato, che i caregiver familiari, fra proposte di legge e ordini del giorno in Parlamento, aspettano da anni

Era stato sorpreso da militari dell’Arma dei carabinieri, in compagnia di un pregiudicato nell’atto di acquistare sostanze stupefacenti pagandone il prezzo e, a quel punto, aveva cercato di indurre i militari dell’Arma a desistere dal controllo mostrando il tesserino del Corpo della Guardia di Finanza. Tali condotte, unitamente a quella di avere tardivamente informato dell’accaduto il proprio comandante di Reparto, sono costate care all'appuntato scelto di mare appartenente alla Guardia di finanza al quale veniva inflitta la sanzione disciplinare della perdita del grado per rimozione 

con iscrizione senza alcun grado nel ruolo dei militari di truppa della Marina militare.

Pagine